Porta a porta, romeno insiste e pensionato prende fucile: ora sloggia

27
CONDIVIDI
Truffa del finto avvocato: arrestato un siciliano
Porta a porta insistente: stavolta il pensionato ha reagito,ma è finito nei guai
Porta a porta insistente: stavolta il pensionato ha reagito,ma è finito nei guai

GENOVA. 21 LUG. Insicuri e poco tranquilli a casa nostra: se un innocuo incensurato solo s’azzarda a reagire, finisce nei guai.

L’altro giorno a Pegli un giovane romeno del porta a porta ha pesantemente insistito per vendere a un pensionato un nuovo contratto per la fornitura dell’energia elettrica.

L’anziano lo ha respinto più volte, ma lo straniero non se ne è andato via.

 

La vittima del porta a porta, per farlo sloggiare da casa sua, ha quindi imbracciato il fucile da caccia, ma è finito nei guai.

Al termine di accertamenti, i carabinieri di Arenzano hanno arrestato per “minaccia e violenza privata aggravata commessa con armi” un pensionato di 68 anni, incensurato, abitante in viale Villa Gavotti a Genova Pegli.

Il genovese, in possesso del fucile da caccia regolarmente denunciato, secondo l’accusa ha minacciato di morte il 18enne romeno, residente in via Laiasso a Genova.

Il pensionato incensurato è stato addirittura trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma dei carabinieri.

 

27 COMMENTI

  1. il pensionato avrà esagerato impugnando il fucile,ma mettiamoci nei sui panni! certi tipi sono parecchio insistenti alla porta e giustamente gli anziani hanno paura di truffe e aggressioni varie.

  2. Arrestato!!! Bastava redarguirlo e comprendere che TUTTI,anziani e giovani viviamo col terrore di essere aggrediti da chi in galera non mette piede.Una topica delle Forze dell’Ordine.

  3. Io divento assolutamente maleducata! Sbatto la porta in faccia senza pietà, senza ascoltare neppure un beh…. Se ho bisogno di cambiare qualcosa mi muovo io, non me lo vieni a proporre a casa tu!

  4. Ho letto l’articolo e non posso fare altro che indignarsi profondamente. Tutti gli italiani in difficoltà, minacciati da individui con pochi scrupoli vanno aiutati e ancor di più se sono bambini o anziani perché sono gli esseri più deboli e indifesi. Purtroppo come ho sentito dire ieri da un noto magistrato alla TV ed io concordo perfettamente che nel nostro paese si difendono i carnefici e non si tutelano le vittime. Ne abbiamo un esempio di casi quasi tutti i santi giorni e questo non va affatto bene. Quando delinquenti, ladri, assassini e quant’altro commettono un reato più o meno grave non sento mai parlare così tanto come del ricupero di quello o di quell’altro delinquente che ha commesso il crimine!… Ora a mio parere va bene tutto, il delinquente cioè il cosidetto carnefice va aiutato a redimersi ma tutto ha un limite!…. Ospitate in TV , pubblicazioni di libri e quant’altro. C’è veramente in Italia qualche cosa che funzioni nel giusto verso?…. Non so, ho parecchi dubbi perché non mi torna proprio ma proprio niente!…..

LASCIA UN COMMENTO