Ponente, morìa pesci e i gabbiani non li mangiano: inquinamento?

8
CONDIVIDI
Allarme morìa pesci nel ponente genovese

GENOVA. 3 OTT. Dopo la foce del Polcevera, sta succedendo anche sul resto del litorale del ponente genovese, soprattutto a Sestri e Multedo. Allarme morìa di pesci e i gabbiani non li mangiano.

“Situazione allarmante. Intervengano subito Arpal e Asl per monitorare il rischio di inquinamento ambientale del nostro mare”.

Lo ha chiesto oggi il genovese Marco De Ferrari, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle Liguria, in seguito alla morìa pesci che sta interessando il litorale del Ponente genovese.

 

“Il timore è che sia stato sversato in mare materiale fortemente inquinante in grado di rappresentare un pericolo di avvelenamento anche per le persone, oltreché per l’ambiente – ha osservato De Ferrari – Tutti abbiamo ancora alla mente il disastro ambientale provocato nello stesso tratto dal vasto sversamento di greggio dello scorso aprile. Toti si attivi in tempi rapidi, attraverso gli enti preposti, per verificare le cause e mettere in sicurezza le nostre coste”.

 

8 COMMENTI

  1. Se fosse inquinamento morirebbero tutti i tipi di pesce. Invece, come ho potuto constatare personalmente, sono solo cefali. Questo mi fa pensare a qualcosa che abbiano mangiato… Altrimenti non saprei cosa ipotizzare.

  2. Probabilmente sono morti a causa di un parassita che si insinua nelle branchie, ricordo che la stessa cosa successe negli anni 80/90 nel fiume Magra in provincia di La Spezia, i cefali lo risalivano per fare in modo di espellere il parassita entrando in acqua dolce ma morivano lo stesso, ricordo che fu un vero disastro

LASCIA UN COMMENTO