Poliziotto morto, nessuna pietà dai No borders: colpa della questura

39
CONDIVIDI
Prima espulsione efficace a Ventimiglia: i clandestini liberi e senza torture
Caos immigrati a Ventimiglia: situazione esplosiva
Caos immigrati a Ventimiglia: situazione esplosiva

IMPERIA. 7 AGO. Niente condoglianze alla famiglia. Nessuna preghiera per il poliziotto morto. Oggi doveva essere una giornata di lutto per tutti, ma per i No borders, i lavoratori delle forze dell’ordine che muoiono in servizio, facendo il loro dovere, non meritano neppure un minimo di rispetto e pietà.

Gli attivisti violenti, finora, sono stati solo pronti a dire che la responsabilità della morte del sovrintendente capo Diego Turra, 53 anni, di Albenga, sarebbe di questura e delle istituzioni “colpevoli” del caos immigrati. Inoltre, non risulta che abbiano rinunciato alla manifestazione del pomeriggio.

Il poliziotto è deceduto ieri sera per infarto durante gli scontri e tafferugli a Ventimiglia con No borders e stranieri irregolari, che avevano occupato abusivamente l’ex caserma dei vigili del fuoco sul Roja. Secondo gli investigatori, ieri gli antagonisti avevano anche “spinto” gli immigrati a forzare il blocco delle forze dell’ordine e a scappare, a nuoto e di corsa, oltre il valico di Ventimiglia.

 

Ecco la nota pubblicata stanotte sulla pagina Facebook della Rete No borders: “Dopo un volantinaggio in spiaggia abbiamo deciso di andare verso il centro della Croce Rossa, dove i migranti erano stati forzati a rientrare in seguito alla protesta dei balzi rossi di ieri. Stavamo tranquillamente raggiungendo il luogo lungo i binari dismessi del Parco Roja quando d’improvviso una camionetta di polizia antisommossa si è schierata di fronte a noi per bloccarci.

Non c’è stato nessuno “scontro”, i celerini, scudi e manganelli alla mano, hanno sparato diversi gas lacrimogeni per allontanarci. Di fronte alla nostra ritirata, siamo stati inseguiti e atta

39 COMMENTI

  1. Ma …………………………………. e poi vediamo se hanno ancora voglia di far casino-per quelle legere ogni occasione è buona per distruggere e far casino-perchè sono dei vigliacchi e sanno che tanto non gli fanno niente-Prendeteli a manganellate in testa!

  2. No broders,perché coniare definizioni che gli esaltano,,chiamiamoli x quello che sono, fannulloni che si fanno mantenere,gente che non rispetta ne uomini ne cose,sono dei violenti .Ma quanto ancora dobbiamo sopportare?

  3. Fossimo non dico in altri tempi, per carità, ma in qualche altra “democratica” nazione oggi, contro questa teppaglia tra le mani della Polizia dovrebbe esserci l’ M 12 anziché il tonfa e se ne misurerebbe subito la sfacciata arroganza .

  4. Pongo la questione al contrario per tutti quelli che si affannano a dire che è colpa della situazione. Se fosse successo dall’altra parte? Cercate di dare una risposta sensata! Se ci riuscite!!!

  5. Quando un Paese rinuncia alla Giustizia,Legalità e al rispetto delle Leggi,è un Paese sul viale del tramonto.Oggi gli unici che cercano di mantenere la Democrazia in questo Paese sono le Forze dell’Ordine? capisco anche che alle volte qualcuno può anche trascendere,questo è sicuramente sbagliato.In compenso ci sono Decine di Migliaia di Persone,che giornalmente mettono a disposizione la loro Vita,per la Nostra Sicurezza,purtroppo oggi è un giorno di quelli.Almeno in questa circostanza,vediamo di Rispettare il Dolore della Famiglia e dei suoi Colleghi?!!!!!!!!!!

  6. Le forze dell’ordine meritavo rispetto in ogni circostanza perché rischiano la vita per far rispettare la legge e purtroppo come in questo caso a volte la perdono

  7. Diego era un buono ho avuto il piacere di svolgere servizio con lui tanti anni fa al sesto celere…per favore non intavolate discorsi di violenza..vorrebbe dire ricordarlo senza il giusto rispetto..intanto adesso non serve a nulla..noi poliziotti sappiamo come vanno le cose..grazie

  8. Non voglio commentare il veleno che ho nei confronti di chi attua questa politica sbagliata…voglio solo esprimere il mio rammarico per la perdita di un uomo giusto e il mio cordoglio ai suoi cari, perchè nell’assoluto rispetto non si sentano soli in questo tristissimo momento. Riposa in Pace Diego

  9. Ma sbattiamoli fuori dall’Europa! Con le cattive e com’è possibile… Treni con un migliaio di clandestini ciascuno diretti in Turchia e navi con duemila migranti ognuna sparati sulle coste libiche! Certo, nel frattempo si allestiscono campi profughi in quelle zone, costruiti e forniti di cibo e medicine da noi europei, ma lasciati in gestione ai più organizzati di loro, vorrei proprio vedere… Perché rischiare ed aspettare oltre?

  10. Questo si ottiene mantenendo questa politica in campo di ricambio del personale…. La legge del ne partono 5 ne entra 1 deve essere cambiata! Le forze dell’ordine non han quasi mai il riconoscimento dei problemi che il lavoro gli crea! Capisco che con gli ultimi 30 anni di politica di questo tipo la polizia dava solo fastidio ma come in tutto ormai siamo al limite della decenza! Questo povero Cristo ce lo ha sulla coscienza il governo e se ci fosse del informazione libera per davvero se ne sarebbe parlato a modo!

  11. Muore un poliziotto-I “colleghi” fanno partire una caccia all’uomo indiscriminata per sfogarsi e celebrare il loro cordoglio
    Gli attivisti non dedicano un pensiero al deceduto-sono dei cattivoni…smettetela co ste cazzate che qua sotto avete più commenti di fascistoidi analfabeti che altro…

Comments are closed.