Poligamia, leghiste contro islamici: vogliono farci tornare all’età della pietra

3
CONDIVIDI
La leghista Stefania Pucciarelli in consiglio regionale aveva indossato il burka per protestare contro la violenza degli integralisti musulmani
La leghista Stefania Pucciarelli in consiglio regionale aveva indossato il burka per protestare contro la discriminazione e la violenza degli integralisti musulmani
La leghista Stefania Pucciarelli in consiglio regionale aveva indossato il burka per protestare contro la discriminazione e la violenza degli integralisti musulmani

GENOVA. 8 AGO. “Poligamia islamically correct? Le battaglie e le vittorie delle donne vanno difese a spada tratta. La Boldrini è sempre pronta a criticare e lottare contro i nostri uomini e i cattolici, ma è accondiscendente con i musulmani che predicano la poligamia e con gli harem dei Califfi. Perché continua a dire stupidaggini e non si esprime  contro gli islamici, che vogliono farci tonare all’età della pietra?”.

Lo ha detto oggi il consigliere regionale della Lega Nord Liguria, Stefania Pucciarelli, che si è schierata contro le dichiarazioni dell’altro giorno dell’islamico imperiese Hamza Roberto Piccardo.

“Insomma: una, due, tre, o chissà quante mogli servitrici per un solo uomo – ha aggiunto Pucciarelli – secondo quello che Piccardo ha definito “islamically correct”.  Simili dichiarazioni confermano la palese incompatibilità tra l’islam,  religione ideologicamente maschilista e totalitaria, e la nostra civiltà.

 

Le posizioni oltranziste islamiche sono diffuse in Occidente grazie alla libertà ed agli spazi che concediamo loro, per imporre, lentamente e consapevolmente, un sistema di valori contrario al nostro.

Le preoccupanti dichiarazioni sulla poligamia, però, fanno riflettere: dal momento che in Italia non esiste più  il giusto riconoscimento socio culturale e politico dell’istituto della famiglia tradizionale (è quanto ha, con il voto contrario della Lega, decretato l’approvazione in Parlamento del DDL Cirinnà) qualsiasi altro istituto di organizzazione famigliare, potrebbe legittimamente pretendere il proprio riconoscimento legislativo. Pertanto, anche le radical chic come la Boldrini e quelle della sinistra, in particolare del Pd, hanno contribuito attivamente all’annientamento delle libertà e dei diritti ottenuti dalle donne con decenni di grandi e giuste battaglie.

Fino a che in Italia ci sarà la Lega, ogni tentativo di legalizzare la poligamia, non potrà che trovare la ferma opposizione dei nostri uomini e delle nostre donne.  Alcune esponenti della sinistra, invece, saranno sempre in prima fila per difendere la dignità delle donne solo quando si tratterà di stupidaggini, e pronte a retrocedere di fronte all’harem di qualche Califfo a cui, purtroppo, hanno imparato a stendere servilmente il tappeto rosso”.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO