PLINIO E PISTA CICLABILE: “PERCHE’ NON INDIRE REFERENDUM ON LINE”

0
CONDIVIDI
pista_ciclabile-savona

pista_ciclabile-savonaGENOVA. 30 LUG. Gianni Plinio, della Direzione Nazionale di Fratelli d’Italia-AN, in merito alle polemiche suscitate dalla mini pista ciclabile di via XX Settembre, ha chiesto al Sindaco di Genova Marco Doria di valutare l’opportunità di indire un referendum on line sulla realizzazione di una pista ciclabile litoranea Nervi-Voltri.

E’ giusto e doveroso mettere fine alle polemiche dando la possibilità ai genovesi di dire la propria, ha  dichiarato Plinio. La striscia gialla comparsa in via xx settembre mi ricorda la camicia di Totò che notoriamente aveva soltanto colletto e polsini: non si pretende una autostrada ciclabile come quella in progettazione tra Dortmund e Duisburg lunga 60 chilometri e larga 5 metri ma neppure una caricatura di pista di soli 800 metri.

Con il milione e 300 mila euro che il Comune di Genova dice di aver ricevuto dal Ministero dell ‘Ambiente si può, senz’altro, finanziare quella pista litoranea-sapientemente ideata e lanciata da Il Giornale della Liguria- da Nervi a Voltri che offrirebbe a bikers ma anche ai turisti la possibilità di più compiutamente apprezzare la nostra città”. (nella foto: una pista ciclabile in essere a Savona).

LASCIA UN COMMENTO