Più controlli Polstrada, ma i morti aumentano

0
CONDIVIDI
Alessandra Bucci, dirigente della polizia stradale, incontrerà questa sera la comunità latino-americana di Genova
alessandra bucci dirigente polizia stradale sampierdarena
Alessandra Bucci, primo dirigente della Polizia Stradale di Genova: più controlli sulle strade

GENOVA. 5 GEN. Nel 2015 su strade e autostrade della Liguria ci sono stati 3203 incidenti rilevati, di cui 21 con esito mortale e 1120 con lesioni. Le patenti ritirate sono state 1329 e le infrazioni al codice della strada oltre 33mila. I punti decurtati dalle patenti sono stati 40.873. Nonostante l’aumento dei controlli e i 18.287 servizi di pattugliamento, anche con posti di blocco, i morti sono stati complessivamente 23, tredici in più rispetto all’anno scorso, e le persone ferite 1548, in lieve diminuzione rispetto al 2014.

Sono i dati che emergono dal bilancio annuale della Polizia Stradale ligure.

I conducenti controllati con etilometri e drug test sono stati 15.159, di cui 765 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica e 54 denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. In tal senso, la polizia stradale ha sequestrato 68 veicoli. Le infrazioni contestate per eccesso dei limiti di velocità sono state 3587, per aver usato il telefonino durante la guida 1043 e per il mancato uso di cinture di sicurezza e seggiolini per il trasporto dei bambini 1558.

 

La Polizia sradale ha inoltre potenziato i servizi di controllo nel settore del trasporto professionale, che hanno consentito di elevare 8339 infrazioni a Tir e bus, di cui 152 stranieri e 103 bus.

Gli investigatori della Polstrada, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane, nel corso del 2015 hanno scoperto molti container con auto di lusso e Suv rubati in Italia e destinati al mercato africano e mediorientale. Le persone arrestate o fermate sono state 61, le denunce a piede libero 1358, i veicoli sequestrati 88. Sequestrati anche 47 chili di droga. Fabrizio Graffione

LASCIA UN COMMENTO