Piscine, cancelli chiusi dopo il sit-in di Occupy Albaro

0
CONDIVIDI
Cancelli chiusi oggi alle Piscine di Albaro, dopo la manifestazione di ieri organizzata da Occupy Albaro con 500 persone
Cancelli chiusi oggi alle Piscine di Albaro, dopo la manifestazione di ieri organizzata da Occupy Albaro con 500 persone
Cancelli chiusi oggi alle Piscine di Albaro, dopo la manifestazione di ieri organizzata da Occupy Albaro con 500 persone

GENOVA. 13 APR. Alcuni parlano di ripicca e dicono che i disabili non possano più entrare, ma altri ricordano che non è vero e c’è un cartello rivolto ai portatori di handicap e fornitori, il quale spiega di rivolgersi ai gestori dell’impianto delle Piscine di Albaro. Cancelli chiusi oggi dopo la protesta di Occupy Albaro, con 500 persone schierate a festa contro le strisce blu della pista. Nei prossimi giorni, anzi ore, probabilmente le strisce blu dovrebbero essere cancellate.

Ecco la replica e i chiarimenti del gestore sulla regolamentazione degli accessi allo Stadio del Nuoto pubblicata su Facebook.

“A seguito delle uscite sui media e sui social di questi giorni, riteniamo opportuno chiarire:

 

L’accesso di macchine e mezzi allo Stadio di Albaro non è mai stato regolamentato, con il risultato che quotidianamente macchine e scooter transitano e parcheggiano liberamente mettendo a rischio la sicurezza dei bambini e delle famiglie che usufruiscono dello spazio.

La decisione di riservare uno spazio ridotto (lato est dell’impianto) al transito e alla sosta dei veicoli e il restante (lato ovest e lato nord, molto più ampio) all’esclusivo accesso pedonale risponde a questa esigenza.

L’accesso dei veicoli è comunque sempre vietato nei giorni festivi e durante l’intero periodo estivo di apertura delle vasche esterne, tranne per i portatori di handicap e i soggetti con inabilità temporanee che accedono alla struttura per necessità di cure mediche.

Le strisce dei parcheggi sono in blu come per i parcheggi già esistenti all’entrata e come questi NON sono a pagamento. Il colore blu significa solamente che sono soggetti ad un regolamento.

Per ulteriore chiarimento, lo stadio è attualmente in concessione a Stadio di Albaro S.p.A in liquidazione, ed è stato dato in subconcessione ad Arena Albaro srl intervenuta per riqualificare l’area (sono già visibili numerosi interventi di riqualificazione degli spazi esterni) e per scongiurare il rischio di chiusura dello stadio.

I principali conduttori dell’area, tra cui Piscine di Albaro Srl che gestisce l’impianto natatorio, hanno condiviso con Arena Albaro la decisione di regolamentare il transito e la sosta dei veicoli.

Ci mettiamo a disposizione del Comune e delle istituzioni locali, per ogni chiarimento, suggerimento o altra proposta volta a salvaguardare la sicurezza dei frequentatori dello stadio.

Marco Pedrelli Arena Albaro”.

LASCIA UN COMMENTO