Home Politica Politica Genova

Pirondini attacca Rixi: mendicare anziché seguire corsi formazione e lavoro non è una colpa

23
CONDIVIDI
Corsi di formazione e lavoro al centro Migrantes di Coronata

GENOVA. 26 MAG. “Rixi della Lega Nord propone di multare chi chiede l’elemosina. Con che soldi pagheranno le multe non se lo è domandato. Sparate elettorali da chi non ha soluzioni al problema. La povertà non è una colpa”.

Lo ha dichiarato oggi su Facebook il candidato sindaco del M5S, in merito alle dichiarazioni dell’assessore regionale Edoardo Rixi.

Il leghista, a fronte della protesta, davanti alla Prefettura, di un gruppo di migranti ospiti a Coronata, aveva proposto di schedare, togliere i privilegi destinati ai veri profughi (wi-fi, sim card, mancetta etc.) e quindi allontanare i migranti che fanno accattonaggio insistente, i quali ormai hanno invaso quasi ogni angolo di Genova. Di multe, in realtà, non ne aveva mai parlato.


In tal senso, anche i responsabili del centro Migrantes di Coronata hanno pesantemente criticato quei migranti “scansafatiche” che “per dei capricci” erano andati a protestare davanti alla Prefettura e al centro di accoglienza perché in sostanza non vogliono seguire i corsi di formazione e lavoro.

Inoltre, i responsabili della struttura si erano detti preoccupati per possibili “infiltrazioni” fra i migranti di “persone esterne” al centro di accoglienza.

“Noi – ha aggiunto Pirondini – vogliamo capire invece se dietro a queste persone esiste un racket della criminalità organizzata, se per qualcuno l’immigrazione è diventata un business. In altre realtà sappiamo che è così. Vogliamo far rispettare le quote di accoglienza, oggi Genova ospita il doppio dei migranti che dovrebbe ospitare per legge. Fermiamo l’immigrazione irregolare e accogliamo i rifugiati politici e i profughi di guerra , ragionando però su un ricollocamento in ottica di Città Metropolitana, anzitutto per restituire dignità ai migranti stessi. Meno sparate e più buon senso, le soluzioni esistono e non hanno colori politici”.

“Pirondini forse non sa che gli immigrati che difende – ha replicato in serata l’assessore Rixi – costano 1000 euro al mese e che ci sono tantissimi genovesi che se li sognano i 35 euro al giorno più le mancette frutto dell’accattonaggio. Noi, a differenza di Pirondini, abbiamo a cuore i genovesi e i tantissimi, oggi senza lavoro e in difficoltà economica.
P.s.
E chi ha parlato di multe? Solo di applicare la legge: chi fa accattonaggio molesto perde il diritto di essere accolto”.

 

23 COMMENTI

    • In effetti, quello della selezione dei candidati è un meccanismo che crea troppi problemi. Bisogna trovare un modo per superare questo autentico handicap.

    • forse io sono vecchio ma al tempo dei partiti si faceva scuola, militanza, incarichi sempre più rilevanti ed il consenso arrivava dal basso. mai visto emeriti nessuno candidati sindaco/consigliere.

    • Non è tanto un problema di chi hanno candidato, è che l’ideologia dei 5Stelle è questa, sull’immigrazione la pensano esattamente come il PD…

  1. Andrebbe già bene far pulire i boschi , fiumi, zappare la terra etc ah non ci pensavo hanno la schiena dritta e non possono piegarsi . Meglio mangiare, dormire, giocare con telefonini ultimo tipo uscìto, cuffiette con musica e vai..

  2. Chi chiede elemosina e badate senza necessita’ perche’ mantenuto,vitto alloggio ,trasporti telefonino,invece di studiare dimostra di non meritare accoglienza.Rimpatrio immediato per questi che in genovese si loans no legere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here