Home Spettacolo Spettacolo Imperia

Pieve di Teco, dall’1 al 3 settembre l’Expo della Valle Arroscia

0
CONDIVIDI
Pieve di Teco, dall’1 al 3 settembre l’Expo della Valle Arroscia

GENOVA. 8 AGO. Dall’1 al 3 settembre nel borgo di Pieve di Teco si svolge la quinta edizione dell’Expo della Valle Arroscia.

La manifestazione è promossa dall’azienda speciale PromImperia della Camera di Commercio Riviere di Liguria in collaborazione con il Comune di Pieve di Teco, con il contributo della Regione Liguria e il sostegno dell’Unione dei Comuni, Parco Alpi Liguri.

Animeranno la manifestazione stand di prodotti tipici, degustazioni, corsi di assaggio d’olio, visite guidate, mostre, convegni e musica.


Nella tre giorni dell’Expo sarà possibile scoprire e assaggiare, in una sorta di street food della tradizione, le ricette e le materie prime e tuffarsi in una realtà sociale ed economica che ha conservato intatte le tradizioni e la cultura di un tempo.

Paesaggi che vanno dagli oliveti ai pascoli d’alpeggio, profumi e sapori di olio extravergine, formaggi di malga, toma di Brigasca, il Brusso, latticini, aglio di Vessalico, patate di montagna, miele e castagne, fondendo la tradizionale cucina bianca a quella mediterranea.

Senza dimenticare gli ottimi vini del territorio, a partire dall’intenso Ormeasco di Pornassio e il rosato Sciac-trà.

Con un contributo regionale di 10mila euro, l’Expo della Valle Arroscia è tra le iniziative finanziate dalla Regione Liguria in sinergia con il sistema delle Camere di Commercio.

L’apertura ufficiale dell’Expo si terrà venerdì 1 settembre alle 16.30.

Tra gli eventi in programma: degustazioni con vini e prodotti locali, una dimostrazione di pallapugno, sport della tradizione del territorio, un convegno sull’olio extravergine d’oliva, musiche, canti e aperitivi itineranti sotto i portici di corso Ponzoni.

L’Expo sarà anche l’occasione per presentare il Programma Aree interne, che consentirà a 11 Comuni (Armo, Aquila d’Arroscia, Borghetto d’Arroscia, Cosio d’Arroscia, Mendatica, Montegrosso Pian Latte, Pieve di Teco, Pornassio, Ranzo, Rezzo e Vessalico) di partecipare, una volta superato il vaglio dell’apposito comitato nazionale, a bandi per 3,7 milioni di euro, dedicati allo sviluppo dell’entroterra con fondi dell’Unione europea (Fesr, Fse e Psr) e ministeriali su servizi sanitari, scolastici e di mobilità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here