Piena di novità la Stagione GOG 2016-17

0
CONDIVIDI
Martha Agerlich. Piena di novità la Stagione Gog 2016-17

GENOVA. 10 SET. Presentata nuovamente e con tutte le novità aggiuntive la Stagione GOG 2016-17 che vede protagonisti assoluti i giovani. Per fortuna!

Perchè in effetti è proprio per dar spazio a loro che questa fortunata manifestazione era stata ideata. Una stagione sofferta come spiega il presidente Nicola Costa: ”Se anche quest’anno ce l’abbiamo fatta a fare un bellissimo cartellone lo dobbiamo soprattutto alla Compagnia di San Paolo – spiega Costa- perchè le sovvenzioni statali tardano ancora ad arrivare.

Il 13 ottobre vi sarà l’udienza sul merito della sentenza, ma non abbiamo idea di quanto ci daranno. Per fortuna, come sempre, il Dott. Timossi del San Paolo ci è venuto in aiuto e, assieme alla campagna di raccolta di fondi, ha fatto sì che il risultato fosse anche superiore alle nostre aspettative. E così con un struttura a rete che ci ha consentito l’attuazione del programma ecco che siamo qui a presentare la ricca stagione che mantiene la solita impostazione facendo sempre leva sui gradi artisti internazionali, ma dando grosse opportunità anche ai nuovi talenti”.

 

Indubbiamente di spicco la serata del 20 febbraio 2017 che vede al piano due grandi nomi: Martha Argerich (vincitrice del Concorso Chopin di Varsavia del 1965)e lylia Zylberstein in un programma ancora da definire, un bel regalo per gli abbonati che non era ancora certo fino a ieri. Altra chicca la presenza di Arkadij Volodos, il pianista russo noto per il suo repertorio virtuosistico. Volodos è uno dei più grandi interpreti dei brani di Liszt e di Rachmaninov ed il 12 dicembre 2016 suonerà per la GOG brani di Schubert.

Il direttore artistico Pietro Borgonovo ha puntato il dito anche su due prime assolute, quella del 27 marzo 2017 che vedrà il grande Vladimir Ashkenazy dirigere la novità per clarinetto, viola ed orchestra di Francesco Antonioni, mentre il 9 gennaio 2017 il quintetto d’archi composto da Marco Rizzi, Gabriele Pieranunzi, Francesco Fiore, Simone Braconi e Enrico Bronzi eseguirà la composizione Secondo libro di Kenning del maestro Carlo Galante.

Rinnovate e sempre più fitte le collaborazione tra GOG e Teatro Carlo Felice, ma anche con il Teatro alla Tosse per la XX Rassegna teatro musicale per ragazzi, con Palazzo Ducale in cui tornernno i 5 appuntamenti con il pianoforte ed il tema della notte, ed anche con gli Amici del Carlo Felice ed il Conservatorio Paganini con la splendida rassegna di Concerti d’autunno alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola ed i Concerti di primavera al Museo dell’Accademia delle Belle Arti. Alle attività annesse sarà compresa anche quella con il Festival di Cervo.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO