Home Politica Politica Genova

Piano industriale di Ericsson: solo licenziamenti. Pastorino (RaS) attacca azienda

0
CONDIVIDI
Ericsson, lavoratori stamane in Regione

GENOVA. 25 LUG. “Conosco bene come agisce Ericsson, le terrificanti modalità con cui sono avvenuti i licenziamenti di questi giorni purtroppo non mi sorprendono. Nessun rispetto per i propri dipendenti, nessun ripensamento.

Basta pensare che in 11 anni Ericsson, da quando ha acquisito Marconi, ha effettuato 14 procedure di licenziamento collettivo riducendo il proprio organico da oltre 1200 dipendenti ai poco più di 500 di oggi e ogni volta si è rifiutata arrogantemente di presentare piani industriali e di riorganizzazione.

Nonostante le continue promesse da parte del Governo non è mai avvenuto un vero e proprio confronto tra organizzazioni sindacali e azienda dinanzi al Ministero dello Sviluppo Economico e l’azienda si è sempre sottratta al confronto scegliendo solo la strada dei licenziamenti o di esodi forzati”.


Lo ha dichiarato oggi il consigliere regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino, impegnato con gli altri colleghi questa mattina nella discussione in Consiglio Regionale tra organizzazioni sindacali, lavoratori e capigruppo.

“Oggi – ha aggiunto Pastorino – è stato votato all’unanimità in aula consiliare l’ordine del giorno che impegna il Presidente e la Giunta ad operare ogni tentativo nei confronti del Governo per consentire lo sblocco di tutte le somme riferibili alla Liguria per le aree di crisi non complesse; a recuperare ulteriori fondi di origine europea che non utilizzati possono essere oggi disponibili per l’avvio di nuove start up nel settore TLC e aree connesse operanti nel nostro territorio.

Tale operazione può avvenire anche attraverso una riprogrammazione dei fondi europei dedicati e del fondo strategico; ad esercitare tutta la pressione politica possibile affinchè il Governo costringa Ericsson a chiarire quello che sarà la presenza dell’azienda nel nostro territorio onde evitare ulteriori procedure di licenziamento; a relazionare in Commissione competente relativamente alla realizzazione del presente ODG nella prima seduta di settembre 2017” .

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here