Piana: libera scelta del sindaco non celebrare unioni, Arcigay prepotenti

6
CONDIVIDI
Alessandro Piana con Matteo Salvini. Di spalle, Edoardo Rixi e Giacomo Chiappori
Alessandro Piana con Matteo Salvini. Di spalle, Edoardo Rixi e Giacomo Chiappori
Alessandro Piana con Matteo Salvini. Di spalle, Edoardo Rixi e Giacomo Chiappori

GENOVA. 30 AGO. Il sindaco leghista e “reuccio” di Diano Marina, Giacomo Chiappori, sabato scorso ha dichiarato di non volere celebrare le unioni civili fra persone dello stesso sesso, pur rispettando gli obblighi di legge.

A questo proposito, domani mattina Arcigay protesterà in piazza davanti al Comune.

La posizione netta sulla legge Cirinnà era stata espressa dal Carroccio in Parlamento e in consiglio regionale “a difesa della famiglia tradizionale e contro i rischi della stepchild adoption (poi esclusa dal testo del provvedimento di legge)”.

 

“Giusto vietare – ha spiegato oggi il capogruppo regionale della Lega Nord Alessandro Piana – tutta una serie di riti tradizionali che sono legati al matrimonio perché l’unione civile è ben altra cosa, lo dice la Legge stessa. Il sindaco Chiappori ha ragione quando spiega che, in sostanza, si tratta di mettere due firme e via. Pertanto, lancio di riso, fiori e marcia nuziale, risultano inutili e non pertinenti all’evento.

Inoltre, il primo cittadino non ha l’obbligo di unire civilmente due persone. La decisione di Chiappori, come di qualsiasi altro sindaco che la pensi come lui, appare quindi del tutto lecita e sarebbe illegale solo se imponesse a consiglieri o funzionari dello Stato Civile di fare altrettanto. Invece, protestare con manifestazioni di piazza contro libere e legittime scelte è un brutto segno di intolleranza e di prepotenza”.

6 COMMENTI

  1. Dito alzato sorriso foto che differenza c’è tra loro e gli altri politicanti tutti paraculi che in un modo a l’altro ci rimbecillisco con parole parole bla bla per i loro interessi i sciacalli e le iene sono dolci animaletti al loro confronto……..ah io sono etero sposata madre e nonna per me la famiglia quella vera è fatta da persone che si amano e si rispettano

LASCIA UN COMMENTO