Petrolio, Toti: non minimizzare, ma per ora tutto sotto controllo

7
CONDIVIDI
A Fegino l'oleodotto diventa "oleorotto": aspra ironia degli abitanti: oggi il pm ha dissequestrato l'impianto Iplom
Il governatore Toti sull'emergenza ambientale: non minimizzare, ma per ora tutto sotto controllo
Il governatore Toti sull’emergenza ambientale: non minimizzare, ma per ora tutto sotto controllo

GENOVA. 23 APR. “Tutto si sta muovendo secondo i piani, la macchina organizzativa sta funzionando come doveva. L’emergenza in mare è stata aggredita, quella sul fiume è sotto controllo. Il sistema di difesa ha tenuto nonostante le piogge che sono arrivate come ampiamente previste dal nostro sistema meteo”.

Lo ha detto oggi il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, nel corso del sopralluogo sul Polcevera per fare il punto sull’emergenza petrolio a Genova con l’assessore all’ambiente e alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone, il commissario Straordinario di Arpal Carlo Emanuele Pepe, il responsabile di Arpal Stefano Maggiolo, il dirigente regionale della Protezione Civile, Stefano Vergante.

“Le operazioni di recupero a terra del materiale sversato stanno per essere ultimate – ha detto l’assessore Giampedrone – con uno spiegamento di forze che si è rilevato fondamentale per affrontare l’emergenza meteo delle ultime ore”.

 

Secondo i monitoraggi tecnici in corso, le chiazze attualmente rilevate sono molto a largo della costa savonese e imperiese e non destano preoccupazione. Inoltre, le correnti le stanno indirizzando verso la Francia.  Nei prossimi giorni la Regione sarà impegnata a monitorare costantemente il materiale in mare al fine di eseguire tutti gli interventi possibili per garantire la massima sicurezza, anche in vista della stagione estiva, del nostro litorale con delle analisi specifiche da parte dei tecnici di Arpal.

“E’ una situazione di emergenza che nessuno vuole minimizzare – ha concluso Toti –  e che ci vede molto attenti sia per affrontare questa fase che il passaggio successivo della profonda bonifica dell’area. Quello che si doveva fare per ora è stato fatto”.

 

7 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO