Pestaggio a Bolzaneto, si rifugiano nel campo nomadi, carabinieri accerchiati

2
CONDIVIDI
Il campo nomadi a Bolzaneto
Il campo nomadi a Bolzaneto dove si sono rifugiati gli assalitori dopo il pestaggio
Il campo nomadi a Bolzaneto dove si sono rifugiati gli assalitori dopo il pestaggio

GENOVA. 8 GEN. Il tutto è nato per una banale lite per un diritto di precedenza al casello autostradale di Bolzaneto. Dalla lite si è passati velocemente ai fatti con un pestaggio con calci, pugni e quat’altro  da parte di ben otto persone, se così si possono definire, contro due.

Un pensionato di 63 anni, è rimasto gravemente ferito e soccorso è così finito in ospedale in gravi condizioni.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri che si sono posti all’inseguimento delle auto degli aggressori che si sono rifugiati nel vicino campo nomadi di Bolzaneto con le auto dei militari che sono state circondate da un centinaio di persone e costrette a rinunciare all’intervento.

 

E’ quanto è successo mercoledì sera a Bolzaneto in una serata di follia.

E sono proprio i carabinieri ora a cercare di ricostruire quanto accaduto.

Nel frattempo il pensionato è ricoverato in terapia intensiva ed in prognosi riservata con un’emorragia cerebrale.

Il genero di 28 anni, invece, è rimasto ferito in maniera più lieve riportando una frattura del setto nasale e con una prognosi di 20 giorni. (nella foto: uno scorcio del campo nomadi a Bolzaneto dove si sono rifugiati gli assalitori dopo il pestaggio).

Internet: https://it.wikipedia.org/wiki/Bolzaneto

2 COMMENTI

  1. Cavolo e i carabinieri non hanno chiamato i rinforzi? Se eravamo italiani eravamo già tutti arrestati.
    Dovevano arrivare le camionette come fanno allo stadio e poi fare una bella perquisa. Sai cosa saltava fuori?

LASCIA UN COMMENTO