Per gli immigrati 700 m2 in via Venti, i condomini si ribellano: è una bastonata

21
CONDIVIDI
Un immigrato con lo smartphone: in via Canevari ragazza 22enne aggredita per il telefonino
Un immigrato con lo smartphone
Un immigrato con lo smartphone

GENOVA. 22 AGO. Anziani e bimbi di famiglie genovesi indigenti nelle periferie degradate e nei caruggi, assediati dalla criminalità. Nuovi immigrati (circa 25) in 700 metri quadrati nella prestigiosa via Venti Settembre.

Stasera è in programma una riunione tra i consiglieri del condominio, che dovrà anche stabilire la data dell’assemblea straordinaria del civico 11 di via XX Settembre, dove sono partiti i lavori di ristrutturazione per dotare di tutti i comfort l’alloggio destinato a centro di accoglienza.

Lo ha annunciato oggi Franco Gromi, amministratore del palazzo accanto al Mercato Orientale.

 

Il professionista, tra le altre cose, ha spiegato che la scelta di Prefettura e Comune non è stata presa “troppo bene” dai condomini, sia residenti, sia delle attività commerciali e degli uffici. Anche perché non erano stati nemmeno avvisati del progetto, già noto da tempo all’assessore Emanuela Fracassi e al sindaco Marco Doria, per cui sono stati avviati i lavori alla chetichella durante i giorni di vacanza intorno a Ferragosto.

L’amministratore ha spiegato che durante la prossima assemblea si decideranno quali azioni intraprendere (sarebbe già partito un ricorso al Tar) e precisato che i condomini non sono razzisti, ma che molti di loro hanno investito e fatto grandi sforzi per rendere il salotto di Genova più bello, pulito ed ordinato: “Questa scelta per molti è una bastonata”.

 

21 COMMENTI

  1. …. E pensare che siamo solo all’inizio dell’insaccamento di gente nel territorio, il bello verrà nei mesi ed anni avvenire, quando la grande massa dei migratori verranno ficcati in ogni angolo del Paese, a carico delle piccole, grandi comunità e privati cittadini…La UE e i “tre salami in barca” si sono resi conto che si è aperto un alveo di fiume in piena, verso l’Italia e poi in Europa?

    • E finiamola con le competenze. Di competenze l’Italia sta morendo e con lei Genova. L’abbiamo già detto che Toti , capo eletto dei liguri, chiami a raccolta tutte le forze patriottiche. Ci metta il culo ( che tradotto in italiano vuol dire si metta alla testa del corteo) e con gli oscuri militanti occupi via xx settembre. Se del caso si prende anche una manganellata sempre come la prende l’oscuro militante. Diversamente è meglio che il suo rammarico lo esprima nelle ovattate e climatizzate stanze della regione Liguria.

  2. Signori non dovete cadere nel gioco di chi con le vostre risposte forti gioca sul fatto che sembriamo razzisti ! Diamo un contenuto alle parole, una spiegszione logica, siamo dalla parte drlla ragione, ci preoccupiamo per il futuro dei nostri figli e nipoti. Non rispondiamo con slogan , non corriamo dietro chi non si rende conto e accetta il tutto per ignoranza , o interesse o solo per andare contro.
    Impegnatevi nel convincere le persone che non credono piu nel cambiamento , convincete coloro che vedono nel m5s l alternativa (sull immigrazione e’ come questi che governano) convincete chi ha perso la speranza nrlla politica e fategli usare l arma piu potente …l urna ! Ogni voto in piu conquistato e’ un punto in piu per il csmbiamento e la speranza di vedere la citta e tutto il paese tutelato ….

LASCIA UN COMMENTO