Pensione per il Comandante dei carabinieri di Arezzo, Lettini

0
CONDIVIDI
Il Tenente Colonnello dei Carabinieri Giuseppe Lettini
Il Tenente Colonnello dei Carabinieri Giuseppe Lettini
Il Tenente Colonnello dei Carabinieri Giuseppe Lettini

AREZZO. 3 FEB. Quello di ieri, il 2 febbraio 2016, è stato l’ultimo giorno di servizio per il Ten. Col. Giuseppe Lettini, Comandante del Reparto Operativo dei Carabinieri di Arezzo.

L’Ufficiale, al compimento del 60° anno, è stato posto in congedo per i limiti di età.

Il Ten. Col. Lettini, nato a Catania il 2 febbraio 1956, ha iniziato la carriera militare nel 1977.

 

Ha frequentato l’87° Corso A.U.C. presso la Scuola Allievi Ufficiali e Sottufficiali di Artiglieria in Foligno (PG), l’87° Corso Tecnico Professionale, il 14° Corso Applicativo e il 7° Corso di Istituto, presso la Scuola Ufficiali Carabinieri in Roma.

Prima di assumere nel 2009 il  Comando del Reparto Operativo dei Carabinieri di Arezzo, è stato Comandante di Plotone Fucilieri del 12° Battaglione Carabinieri “Sicilia” in Palermo; Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile di Caltanissetta; Comandante del Nucleo di Polizia Giudiziaria di Caltanissetta; Comandante della Compagnia di Viareggio (LU); Comandante della Compagnia di Vercelli; Comandante del Reparto Operativo di Savona; Comandante del Reparto Comando della Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze e Dirigente dell’Agenzia di Sicurezza Interregionale di Messina.

L’Ufficiale è stato insignito della medaglia militare d’Oro al merito di lungo comando (nell’anno 2002); della croce d’Oro per anzianità di servizio militare (2003); della onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” (2004), della Medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare (2005), della onorificenza di Ufficiale dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” (2013), della onorificenza di Cavaliere di merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (2015) e della onorificenza di Cavaliere dell’Ordine Equestre di Sant’Agata (2016).

LASCIA UN COMMENTO