PELLEGRINO DI COMPOSTELA FA TAPPA AD ALBENGA

0
CONDIVIDI
Giovanni Galli al Santuario di N S di Pontelungo
Giovanni Galli al Santuario di N S di Pontelungo

SAVONA. 10 LUG. E’ ripartito questa mattina da Albenga, in direzione Sanremo, Giovanni Galli, 59 anni, il pellegrino toscano che sta attraversando la Liguria a piedi per raggiungere in Galizia il Santuario di Santiago di Compostela. Giovanni era arrivato ieri mattina ad Albenga da Loano per fare visita al santuario di Nostra Signora del Pontelungo e la Cattedrale di San Michele Arcangelo.

“ Sono partito il 29 giugno da Lucca- ci ha spiegato Giovanni Galli- per raggiungere a settembre Santiago di Compostela. Il mio viaggio è stato a lungo meditato, poi quando è arrivata la notizia che sarei riuscito finalmente ad andare in pensione, dopo oltre 42 anni di lavoro, ho subito deciso di partire”. Per il pellegrino toscano, che ha scelto di seguire nella prima parte del cammino la via costiera, nei prossimi giorni ci sarà il passaggio in Francia per proseguire poi attraverso Arles, Tolosa e per avvicinarsi alla Spagna, seguendo il classico tracciato della via Francigena.
“ Il pellegrinaggio verso Santiago di Compostela- prosegue Giovanni- nel cuore della Galizia, estrema propaggine occidentale della Spagna, ospita il sepolcro dell’Apostolo Giacomo. A partire dal nono secolo da tutta Europa i pellegrini cominciarono ad arrivare a Compostela per vedere le spoglie venerate”.

E’ un cammino di fede ed un vero inno alla vita che nel corso dei secoli ha coinvolto milioni di persone, diventando una straordinaria occasione di scambio e conoscenza. Un fenomeno religioso, sociale e culturale che ha segnato profondamente la storia d’Europa, contribuendo a costruire l’identità del nostro continente. “ Il sacrificio più grande – spiega Giovanni – per me non è tanto la fatica fisica del cammino, del sole, del caldo, del vento, quanto la sofferenza di avere la famiglia, gli affetti, la moglie, i sette figli così lontani”. Partito da Sorbano del Vescovo (in provincia di Lucca) Giovanni Galli dopo aver percorso la “ Via della Costa” riprenderà da Arles il classico cammino verso Compostela. “ Se riuscirò a compiere tutto il percorso- conclude Giovanni- avrò alla fine fatto quasi duemila duecento chilometri”. Per coloro che volessero moralmente sostenere il pellegrino è possibile contattarlo inviandogli un messaggio all’ indirizzo di posta elettronica [email protected] Le sue imprese sono anche seguite settimanalmente dal quotidiano toscano “Toscana Oggi”.

 

“ Penso – ci ha detto Giovanni, salutandoci questa mattina per raggiungere Andora, dove farà tappa questa notte – che anche per l’uomo moderno e non solo per quello medioevale compiere nella vita almeno un pellegrinaggio come questo sia indispensabile”.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO