Pegli, Villa Durazzo Pallavicini viene restituita alla città

0
CONDIVIDI

GENOVA. 20 SET. Villa Durazzo Pallavicini di Pegli riapre al pubblico a partire da venerdì prossimo. Una data altamente simbolica, 170 anni dopo l’inaugurazione avvenuta il 23 settembre 1846.

La villa, voluta dal marchese Ignazio Pallavicini, è rimasta chiusa per tre anni per permettere i lavori di restauro del tempio di Flora, del castello e del mausoleo del capitano, dell’obelisco egizio, della tribuna gotica, del ponte romano, del chiosco turco e della pagoda cinese.

“Restituire Villa Durazzo Pallavicini alla città e ai turisti è tra gli obiettivi che l’Amministrazione comunale ha perseguito con costante impegno – ha detto il sindaco Marco Doria – Questa apertura ha tre ragioni di importanza. Innanzi tutto,Villa Pallavicini è uno dei parchi storici di Genova, un patrimonio culturale straordinario che si unisce ai Palazzi dei Rolli, al centro storico, ai musei. Abbiamo riconsegnato alla città l’Acquasola, risanato Villetta Di Negro, realizzato interventi nei parchi di Nervi e in altre ville e abbiamo approvato, dopo un lungo confronto con i soggetti interessati, un regolamento per coniugare salvaguardia e fruizione dei parchi storici”.

 

“Il secondo valore di questa inaugurazione – prosegue Doria – sta nel fatto che si tratta di una villa del ponente. Valorizzarla significa contribuire alla vivibilità e all’attrattività di questa parte di Genova, una città policentrica dal punto di vista storico, monumentale, culturale e dal punto di vista turistico. Infine va valorizzata la scelta che abbiamo compiuto per la gestione di Villa Pallavicini, una modalità che, nel rispetto delle procedure, premia il volontariato, l’attaccamento alla villa, la pluralità delle competenze coinvolte, la passione per un bene che va anche protetto, in un contesto urbano che peraltro può contare sulla vicinanza di Villa Doria, altro meraviglioso parco restaurato ad accesso completamente libero”.

Sarà di nuovo a disposizione dei genovesi e dei turisti l’armonia romantica di uno dei luoghi più suggestivi di Genova e il percorso ideato dall’architetto, scultore, decoratore e scenografo genovese Michele Canzio.

Gli interventi, per un valore complessivo di oltre 4milioni di Euro, hanno fatto rinascere tutta la parte alta del giardino grazie alla ricomposizione delle scenografie vegetali, alla ricostruzione di percorsi, muri, opere di ingegneria naturalistica e riassetto di tutti gli impianti idrici.

Grazie a questi lavori i visitatori potranno nuovamente percorrere tutta la parte alta del parco, dove, dal Castello del Capitano, si gode una magnifica vista a 360° che comprende l’arco appenninico, il monte di Portofino e il mare ligure fin oltre Capo Noli.

“La riqualificazione di Villa Durazzo Pallavicini – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Italo Porcile – si inserisce nel quadro degli interventi di valorizzazione dei parchi storici del Comune di Genova. Gli interventi di recupero – finanziati in gran parte grazie all’accordo di programma con il Ministero delle Infrastrutture che ha reso disponibili 17,5 milioni di Euro ricavati dai residui delle Colombiane – sono stati spesso suddivisi in più lotti e hanno puntato sia a un recupero generale dei parchi, dal punto di vista paesaggistico e vegetazionale, sia a un recupero degli edifici ritenuti più significativi. La sfida più importante è ora quella di mantenere i risultati raggiunti, investendo sulla gestione dei parchi, intesi come primaria risorsa ambientale e culturale della città”.

Orari di apertura della villa:

Dal 1° aprile al 30 settembre da martedì a domenica, dalle 9:30 alle 19, ultimo ingresso ore 17, giorno di chiusura lunedì, salvo ponti o festività.

Dal 1° ottobre al 1° novembre da martedì a domenica dalle 9:30 alle 18, ultimo ingresso ore 16.

Dal 2 novembre al 31 marzo tutti i fine settimana dalle 10 alle 17, ultimo ingresso ore 15, escluso Natale e Capodanno. Garantito l’ingresso in settimana per i gruppi prenotati.

Info: www.villadurazzopallavicini.it

LASCIA UN COMMENTO