Peculato e corruzione in atti giudiziari, giudice condannato a 10 anni

0
CONDIVIDI
Ex magistrato condannato a 10 anni per corruzione in atti giudiziari e peculato
Ex magistrato condannato a 10 anni per corruzione in atti giudiziari e peculato
Ex magistrato condannato a 10 anni per corruzione in atti giudiziari e peculato

GENOVA. 27 GIU. Pm e giudici di Torino non fanno sconti, né guardano in faccia nessuno.

L’ex presidente del tribunale di Imperia, Gianfranco Boccalatte, oggi è stato condannato a dieci anni e dieci mesi di reclusione. Il magistrato era già stato condannato in un altro procedimento, per cui è pendente il ricorso in appello.

L’ex giudice era accusato di peculato, corruzione in atti giudiziari, falso, millantato credito, abuso d’ufficio per una serie di episodi connessi al suo incarico in magistratura.

 

La sentenza è stata emessa dai giudici del tribunale di Torino, competenti sui fatti in cui sono coinvolti i magistrati liguri.

I pm torinesi avevano chiesto otto anni, nonostante che per molti capi di imputazione sia sopravvenuta la prescrizione e per altri sia stato assolto.

I fatti contestati risalgono agli anni compresi tra il 2002 e il 2011. Con l’ex presidente del tribunale di Imperia sono stati condannati a quattro anni Antonio De Felice e Massimo Capurro, a due anni e mezzo Pietro Benza e a otto mesi Riccardo Bosio. Assolti Angela Salvay e Antonio Marzi. Fabrizio Graffione

LASCIA UN COMMENTO