Pd: Piano casa disastroso per la Liguria

0
CONDIVIDI
Raffaella Paita
Il capogruppo regionale Pd Raffaella Paita
Il capogruppo regionale del Pd Raffaella Paita

GENOVA. 17 DIC. “Il Piano casa Scajola-Toti è legge: la maggioranza però se l’è approvato da sola, perché il Pd è uscito dall’aula, dopo la forzatura del presidente del consiglio regionale Bruzzone che ha tagliato i tempi della discussione”.

Lo ha ribadito oggi il Gruppo del Partito Democratico in Regione Liguria. “Bruzzone – ha accusato il capogruppo Raffaella Paita – ha deciso, con un’interpretazione di parte del regolamento, di contingentare i tempi della discussione, per non farci entrare nel merito di questo Piano casa. E che Bruzzone si sia dimostrato un presidente di parte non lo diciamo solo noi, ma lo ha anche detto, esplicitamente in aula, il consigliere del Gruppo Toti (e quindi della maggioranza) Lilli Lauro, che ha ringraziato lo stesso Bruzzone per la sua gestione politica del consiglio. Un’affermazione gravissima ma purtroppo veritiera”.

Il capogruppo del Pd ha definito disastrosa la legge Toti-Scajola: “Con questo Piano casa che da oggi purtroppo è legge si premiano i furbetti che hanno usufruito dei condoni, si tolgono quote all’edilizia popolare, si aumentano ai dismisura i volumi (addirittura fino al 60 per cento): insomma rischiamo che la nostra regione venga sommersa da una colata di cemento, anche perché si tratta di un provvedimento permanente. Toti ha dichiarato che il Piano casa darà una scossa alla regione, ma anche l’elettroshock è una scossa. Questo territorio ha bisogno di cura e amore, non di atti violenti”.

 

Oggi Il Partito Democratico porterà una lettera in Prefettura in cui segnalerà quanto accaduto in aula.

LASCIA UN COMMENTO