Patente nautica, dal 2016 nuove regole anche a Savona

0
CONDIVIDI

gommoneSAVONA. 3 DIC. Cambiano le modalità d’esame per la patente nautica a partire dal gennaio 2016. Anche la Capitaneria di porto di Savona si adegua alle modalità regionali previste dalla Direzione Marittima di Genova.

Un annuncio, atteso da oltre un anno e che aveva scatenato un vespaio di polemiche, cambia le regole per chi dovrà sottoporsi ai quiz: la metodologia che sarà adottata “dopo la pausa delle festività di fine anno” per questioni di uniformità – si legge in una circolare della capitaneria – è quella a questionario a cui avrebbero dovuto adeguarsi tutte le capitanerie liguri entro il 2014.
L’adeguamento del distretto di Savona alle procedure regionali è un gesto di trasparenza nelle procedure per lo svolgimento degli esami – commenta soddisfatto Marco Morana, rappresentante regionale delle Scuole Nautiche della Lombardia di Confarca – In questi mesi la direzione marittima di Genova, nella persona dell’ammiraglio Pettorino, ha dimostrato una particolare sensibilità per attivarsi nel realizzare una procedura unica che faccia da apripista in tutto il Nord Italia e che potrebbe essere attuata anche a livello nazionale”

Quello del mancato adeguamento della Capitaneria di Savona alla normativa regionale era diventato un vero e proprio caso, con proteste delle associazioni di categoria e denunce all’autorità competente, poiché il distretto risultava l’unico a non essersi adeguato alla metodologia dei quiz e da cui si sarebbe potuto dare il via libera ad una sorta di patentificio.

 

L’assoluta anarchia e la mancanza di una normativa nazionale permette ad abusivi e furbetti delle patenti facili di penetrare nel mercato danneggiandolo con offerte a prezzi stracciati – fa notare il segretario nazionale della sezione nautica di Confarca, Adolfo D’Angelo – È giunta l’ora di sedersi ad un tavolo per tornare a ragionare su una normativa nazionale per la modalità di esami per le patenti nautiche, affinché non vi siano mai più casi di pseudo associazioni o improbabili scuole nautiche che promettono patenti in due giorni e a prezzi stracciati anziché rispettare la normativa che prevede una formazione che vada dai 30 ai 45 giorni”.

LASCIA UN COMMENTO