Pastorino (RaS): Campasso, il vicesindaco Pd sbugiardato dal Pd

1
CONDIVIDI
Campasso e RfI: Il vicesindaco di Genova Stefano Bernini (Pd) attaccato dal capogruppo regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino
Campasso e RfI: Il vicesindaco di Genova Stefano Bernini (Pd) attaccato dal capogruppo regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino
Campasso e RfI: Il vicesindaco di Genova Stefano Bernini (Pd) attaccato dal capogruppo regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino

GENOVA. 21 MAR. Sulla vicenda del deposito detriti del Campasso, già denunciata la scorsa settimana con un’interrogazione depositata da Rete a Sinistra, ora spunta una mozione del Pd che andrà in discussione nel consiglio regionale di domani.

«Siamo allibiti: dopo i maldestri tentativi di rassicurazione e le roboanti dichiarazioni rese dal vicesindaco Stefano Bernini alla stampa la scorsa settimana, il suo partito ripropone le stesse criticità che noi avevamo già evidenziato nella nostra interrogazione; le stesse criticità che avevano provocato la replica piccata di Bernini e delle Ferrovie. A questo punto cosa dobbiamo pensare? Che in Regione il vicesindaco di Genova è smentito dal suo stesso partito?».

Lo ha detto oggi il capogruppo di Rete a Sinistra Gianni Pastorino.

 

«La prova più eclatante di confusione nell’informazione -ha aggiunto Pastorino – sono le fantomatiche analisi eseguite da Arpal. Venerdì scorso, colpo di scena: ci sono venuti a dire che i monitoraggi del Campasso esistono e i dati sarebbero nella norma. Benissimo: e allora come mai nessuno lo sapeva? Come mai ancora adesso il Pd in Regione chiede che Arpal metta a punto un regolare e adeguato piano di monitoraggio per la verifica della presenza di amianto? La campagna informativa funziona davvero così bene, come lascerebbero intendere le dichiarazioni del vicesindaco? Qualche dubbio viene, se anche lo stesso Pd presenta una mozione in cui si chiede (al punto 1) di informare nel dettaglio il consiglio regionale e gli enti locali sullo stato di avanzamento dei lavori. Invece di affrettarsi a dire che è tutto nella norma, il nostro vicesindaco dovrebbe interrogarsi sul perché da mesi c’è disagio al Campasso. Si chieda come mai, solo a seguito delle proteste dei cittadini e delle richieste dei comitati raccolte anche nella nostra interrogazione, si è provveduto a quell’operazione di copertura dei detriti che doveva essere fatta fin dal principio».

 

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO