Home Cronaca Cronaca Genova

PARTITA IERI LA “FESTA DEMOCRATICA” DEL PD AL PORTO ANTICO. POCHI “VIP” OSPITI MA “FOCUS” SU “LAVORO E LAVORI” IN UNA CITTA’ ALLA PRESA CON SCELTE DIFFICILI

0
CONDIVIDI
Il Segretario Provinciale genovese Pd Giovanni Lunardon
Il Segretario Provinciale genovese Pd Giovanni Lunardon

GENOVA 29 AGO. Si è aperta ieri, 28 agosto, e andrà avanti fino a domenica 16 settembre, al Porto Antico-Area Expò di Genova la “Festa Democratica Provinciale” del Pd. Molti gli incontri e i dibattiti politici di solito sempre molto seguiti dal pubblico anche se quest’anno mancano veri “pezzi da novanta” e non ci sarà la visita del Segretario Nazionale Pierluigi Bersani, nè il concertone pop o rock conclusivo, una tradizione mai mancata.

Tempi di “spending review” anche per il Pd genovese? Non solo. Il profilo solo appartentemente basso tenuto dagli organizzatori nel coinvolgimento di alte personalità Democratiche o di altre fila politiche emerge come una scelta per concentrare i temi di discussione sui cittadini “partecipi” e dando parola e protagonismo alle parti sociali, lavorative datoriali, sindacali e lavoratrici della “Lanterna”.

Chiarisce tutto il Segretario Provinciale Pd Giovanni Lunardon, nella presentazione della “Festa 2012″ alla stampa di ieri l’altro: ” La “Festa” quest’anno parla della città, della politica e lo fa affacciandosi sul mare d’Europa, il nostro mare di cui la nostra città è da sempre naturale porta di accesso. Un evento importante, con spazi più ampliati e ridisegnati, per ritrovarsi dopo la riconferma del centrosinistra alla guida della città, importante per comprendere i futuri assetti amministrativi del territorio, per prepararsi alla sfida del 2013, una sfida cruciale per il futuro del Paese.


Anche quest’anno la nostra è “Festa tematica” vocata all’Europa e ad una visione internazionale come è ormai tradizione per Genova città che per storia, cultura e politica ha sempre saputo guardare al di là dei propri confini” – ha affermato Lunardon. “Insieme alla ormai collaudata e ricca programmazione di dibattiti, abbiamo pensato di aggiungere uno spazio nuovo, un punto di incontro chiamato “Lavoro e Lavori” in cui i protagonisti saranno i lavoratori e le grandi vertenze, pubbliche e private, di questa interminabile crisi: attraverso questo spazio la “Festa” si apre non solo al mondo del lavoro e dell’impresa, ma prova a mettersi in “presa diretta” con la complessa realtà di questi difficili giorni.

Per rispondere alla profonda disaffezione per la politica che non risparmia nessuno, nemmeno noi, ci metteremo in ascolto e dialogheremo, cercheremo di raccogliere e valorizzare la voglia di cambiamento di tante cittadine e cittadini – ha sintetizzato il Segretario Provinciale Democratico – ma soprattutto sottolineeremo la nostra differenza con l’esempio, partendo dallo straordinario spirito di servizio dei nostri tanti volontari impegnati, con generosità nella gestione degli spazi della “Festa”.

Facciamo la “Festa” per raccontare, come una volta, la visione della società in cui vorremmo vivere, l’idea che abbiamo del mondo, del nostro Paese e della nostra città, i nostri valori e i nostri grandi traguardi. Facciamo la “Festa” – ha concluso Lunardon – perché abbiamo ancora un patrimonio umano da mettere a disposizione della città, proponendo un’occasione di confronto insostituibile, un luogo di passione politica e civile”.

Appuntamento di questa sera:
Spazio Incontri
– ore 21, presentazione libro “Ci chiamavano Libertà” con Donatella Alfonso, giornalista de “La Repubblica” e autrice del volume. Intervengono Massimo Bisca Presidente Provinciale Anpi e Luca Borzani Presidente “Fondazione per la Cultura-Palazzo Ducale”.

Domani, giovedi 30 agosto:
Spazio Incontri
– ore 18, focus su “Dissesto idrogeologico e prevenzione del territorio”, coordina Massimo Ferrante Presidente Municipio Bassa Val Bisagno
– ore 21, dibattito dal tema “Crisi delle piccole e medie imprese e prospettive per il lavoro”, intervengono Paola Noli Vicepresidente Cna-Genova, Patrizia De Luise Presidente Confesercenti Liguria, Germano Gadina Presidente Coldiretti, Maurizio Caviglia Segretario Generale Ascom-Genova, Felice Negri Confartigianato-Genova, coordina Gianni Vassalo Consigliere Comunale Pd Genova.

Naturalmente presenti per tutta la “settembrata” i canonici ristoranti a tema, gli stands gastronomici take-away della tradizione ligure, spazi commerciali e di intrattenimento vario.

Marcello Di Meglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here