PARTECIPATE. SALTA SEDUTA. LA RABBIA DEI LAVORATORI

0
CONDIVIDI
protesta-tursi-lavoratori

protesta-tursi-lavoratoriGENOVA. 24 GIU. Ieri per la seconda volta in una settimana è saltata per mancanza del numero legale la seduta di Tursi che avrebbe dovuto approvare la delibera della Giunta Doria sulle società partecipate. Erano, infatti, presenti solo 19 i consiglieri presenti al momento del voto, due in meno dei 21 necessari.

I consiglieri M5S, Fi, Ncd, Lista Musso, Udc, Lega Nord e anche alcuni del Gruppo Misto hanno abbandonato l’aula a inizio seduta e così consiglieri Pd, Lista Doria e Sel rimasti in aula non erano in numero sufficiente per continuare la seduta. ‘

Dagli spalti della Sala rossa un gruppo di circa 80 lavoratori nel frattempo urlava “dimissioni”, “vergogna” e “a casa” mentre venivano srotolati alcuni striscioni con la scritta “Il Governo stabilisce, il Comune obbedisce, il lavoratore subisce? No. Ora e sempre resistenza!” e “Tagliatevi voi, rispettate i lavoratori, rispettate la città”.

 

Poi ci sono stati momenti di tensione quando un gruppo di lavoratori delle partecipate ha tentato di sfondare il cordone di vigili urbani con tre donne che, nella calca, si sono sentite male ed è stata chiamata un’ambulanza per soccorrerle.

LASCIA UN COMMENTO