Paolo Odone rieletto Presidente della Camera di Commercio

0
CONDIVIDI
Paolo Odone

paolo-odone[1]GENOVA. 7. SET. Paolo Odone è nuovamente il presidente della Camera di Commercio di Genova. Lo hanno eletto i componenti del nuovo consiglio camerale insediato oggi nella sede di via Garibaldi 4.

La riunione di insediamento, cui hanno partecipato tutti i 33 nominati, è stata presieduta dal consigliere anziano Felice Negri, che ha aperto i lavori citando l’emergenza immigrazione e quella del lavoro.

«La prima cosa che conta è l’unione fra le forze dell’economia – ha detto Paolo Odone subito dopo la proclamazione – dobbiamo partire dal futuro delle Camere di Commercio e dal completamento di una riforma che è ancora tutta da attuare. Siamo imprenditori che lavorano per passione per il nostro territorio e continueremo a farlo, anche se dopo i tagli del Governo avremo meno risorse a disposizione. Il futuro è nei giovani, cosa che per le Camere di Commercio significa costruire subito un nuovo modello di alternanza scuola-lavoro

 

Marco Bisagno, che a nome di Confindustria, aveva presentato la candidatura di Beppe Costa, al momento della proclamazione ha affermato «Siamo con la Camera di Commercio e lavoreremo insieme come abbiamo sempre fatto.» La candidatura di Paolo Odone era stata presentata a nome del Tavolo della piccola e media impresa da Patrizia De Luise, per completare il percorso intrapreso in questi anni per lo sviluppo delle imprese e del territorio.

Subito dopo Cesare Castelbarco, al suo esordio nel consiglio camerale in rappresentanza del settore credito, ha fatto un appello all’unità delle categorie per far ripartire l’economia di Genova e della provincia in un momento particolarmente difficile.Rispetto al consiglio precedente, quello insediato oggi è più numeroso, più rosa e più giovane.

Il numero dei consiglieri sale infatti, secondo quanto previsto dal decreto in vigore dal 2011, da 32 a 33, arricchendo la compagine con il rappresentante della consulta delle professioni, Maurizio Michelini (ordine degli ingegneri). Per quanto riguarda la ripartizione fra i settori crescono di un posto turismo, artigianato e servizi alle imprese e scendono assicurazioni, commercio estero e marittimo-portuale-logistico. Le new entries sono in tutto 14: Corsiglia, Costa, Delle Piane, Santagata, Rotundo, Tura, Papa, Roggero, Novella, Castelbarco Albani, Comelli, Repetto, Proglio e Michelini. Le donne salgono da 3 a 8, mentre gli under 40 sono ben 3: la più giovane è Cristina Santagata, classe 1978.

Ecco la suddivisione completa per settore:
Agricoltura: Paolo Corsiglia. Industria: Marco Bisagno, Giuseppe Costa, Filippo Delle Piane, Cristina Santagata. Artigianato: Achille Massimo Giacchetta, Paola Noli, Francesco Rotundo, Maria Pia Tura, Felice Negri. Commercio: Paolo Odone, Giovanni Prazzoli, Adriano Calvini, Ornella Caramella, Mafalda Papa, Antonio Fasone, Patrizia De Luise. Coooperative: Gianluigi Granero. Turismo: Alessandro Cavo, Giampaolo Roggero. Trasporti: Marco Novella, Alessandro Pitto, Giuseppe Bossa. Credito e assicurazioni: Cesare Castelbarco Albani. Servizi alle imprese: Giovanni Calvini, Sandro Scarrone, Franco Aprile, Giulio Schenone, Enrica Comelli, Laura Repetto, Sindacati: Massimo Proglio. Consumatori: Furio Truzzi. Consulta delle professioni: Maurizio Michelini. Fra quindici giorni il consiglio si riunirà di nuovo per eleggere la nuova giunta. ABov.

LASCIA UN COMMENTO