Home Cronaca Cronaca Italia

PAOLO GABRIELE, IL MAGGIORDOMO DEL PAPA, RINVIATO A GIUDIZIO DALLA PROCURA VATICANA PER FURTO AGGRAVATO

0
CONDIVIDI
Paolo Gabriele, Maggiordomo di Papa Benedetto XVI°
Paolo Gabriele, Maggiordomo di Papa Benedetto XVI°

ROMA-CITTA’ DEL VATICANO 14 AGO. Si mette male per Paolo Gabriele, il Maggiordomo di Papa Benedetto XVI° beccato in un primo momento per aver trasmesso documenti privati del Pontefice alla stampa e messo agli arresti nelle carceri vaticane.

Ora giunge come un macigno su Gabriele il rinvio a giudizio della Procura Vaticana con l’accusa pesante di furto aggravato. L’udienza è fissata al Tribunale Penale di Santa Romana Chiesa per il prossimo 20 settembre. La Gendarmeria Vaticana che ha condotto le indagini, infatti, dopo aver perquisito l’appartamento di Gabriele, ha scovato un “tesoretto” papalino non indifferente.

Nell’alloggio del Maggiordomo all’interno dei Palazzi Vaticani sono spuntati un assegno di 100mila Euro intestato al Papa, un lingotto d’oro e una rara edizione miniata dell'”Eneide” di Virgilio risalente al 1500, entrambi di proprietà di Benedetto XVI°.


Con il Maggiordomo “infedele” sarà anche processato con l’imputazione di favoreggiamento il Tecnico Informatico della Segreteria di Stato della Sede Vaticana, Claudio Sciarpelletti. E si crcano altri complici.

Indubbiamente la Chiesa Cattolica rimanda sempre alla “suprema giustizia divina” ma non si sottrae certo a quella umana.

Marcello Di Meglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here