PALLAVOLO – LA ZEPHYR PARTE BENE

0
CONDIVIDI
Zephyr, Grassi e Scattazzi a muro
Zephyr, Grassi e Scatizzi a muro
Zephyr, Grassi e Scatizzi a muro

LA SPEZIA. 21 OTT. La Zephyr Trading parte col botto. Battuta di netto infatti, al di là di un secondo set di amnesia, un avversario piuttosto quotato al Palaconti di S. Stefano. Due le figure che emergono dal contesto, una è quella del veterano Marco Tagliatti, ora capitano al rientro dall’anno trascorso a Massa (non si è dimenticato i vecchi tempi: è subito il massimo realizzatore della squadra); all’opposto, l’altra è quella del giovanissimo secondo palleggiatore Mirko Podestà, il quale in pochi minuti di presenza fa in tempo a cambiare di netto la piega del match. E tanti complimenti pure al centrale Felice De Rosa, che da tempo impegni personali costringono all’allenamento col contagocce, ma non si vede. Felicitazioni infine a Pozzatello appena divenuto, per la prima volta, papà con Leonardo. La cronaca…

Zephyr in campo con Grassi al palleggio e Tagliatti opposto, De Rosa e/o Scatizzi centrali, Pozzatello e Giannarelli di banda con Pozzatello e anche Oddo ad alternarsi nel ruolo di libero.

La Puntozero Modena risponde Nicola Salsi in costruzione e capitan Pinelli opposto, Sighinolfi e Marra al centro, all’ala Zanettin e il nigeriano Onwuelo che sarà il “top scorer” dell’incontro.

 

Modenesi subito avanti per 1-3, ma la reazione dei rossoblu non si fa attendere e un punto su muro di Grassi li porta a “doppiare” gli avversari sul 14-7, cosa che induce coach Tomasini a far riposare Onwuelo inserendo per un po’ Alesssandro Salsi. Tuttavia l’andamento del set in sostanza non cambia come 23-16 prova. Un certo calo locale nel finale ridà un po’ di “suspense” alla situazione, si arriva difatti al 24-20, ad ogni modo i padroni di casa si aggiudicano la frazione con un 25-21 sancito da una battuta fuori di Marra.

Di tutt’altro stampo il secondo set, dominato dagli ospiti da capo a piedi e a poco serve la breve apparizione di Podestà ad alzare e quella di Baldassini in luogo di Tagliatti, il 15-25 finale parla chiaro.

Emiliani in vantaggio, per un po’ anche molto nettamente, pure per circa metà della terza parte della gara. Poi sul 12-16 scatta una certa rimonta “zephyriana” che sul 17-18 induce Tomasini a giocare temporaneamente la carta Zanni alzatore, ridando allo stesso tempo un po’ di rifiato a Onwuelo con l’entrata di Pramarzoni. Inutile. Anzi di lì a poco è appunto l’ “enfant prodige” Podestà, brevemente in luogo di De Rosa, a marchiare il sorpasso facendo leva sul suo servizio ed è 20-19 per i valligiani.

Da lì al 25-20, decretato da un fallo, che fa 2-1 il passo non è lungo.

Con poca storia, forse ancor meno di quanto non dica il 25-20, il quarto set. La Trading ormai vola, tanto più che entrano in partita una volta per tutte pure Giannarelli e quel Perissinotto ex-opposto, ora alle prese con un nuovo ruolo. Ai gialloblu non serve il pur pregevole apporto del “jolly” Ferrari.

ZEPHYR TRADING – PUNTOZERO MODENA  3 – 1

( 25 – 21 / 15 – 25 / 25 – 20 /  25 – 20 )

ZEPHYR TRADIG VALDIMAGRA: Grassi 2, Podestà 1, Tagliatti 14, Baldassini 0, De Rosa 11, Scatizzi 5, Peissinotto 10, Giannarelli 8, Pozzatello e Oddo liberi; n.e. Aldovardi, Benevelli, Salvini. All. Marselli.

PUNTOZERO MODENA: Salsi N. 2, Zanni 0, Pinali 13, Sighinolfi 9, Marra 6, Ferrari 1, Zanettin 9, Onwuelo 17, Pramarzon 1, Zanni 0, Caraffi libero; n.e. Marchesi M. e Marchesi Matteo e Marchesi Marco. All. Tomasini.

ARBITRO: Coppola e Zaia.

 

 

LASCIA UN COMMENTO