Home Sport Sport La Spezia

Pallavolo – E’ la Zephyr degli scontri diretti

0
CONDIVIDI

S. Stefano Magra – 30 Marzo 2017. Al Palaconti la Zephyr Trading centra alla fine quella vittoria che, contro diretta concorrente alla salvezza peraltro messa peggio in classifica, non poteva mancare: ma quanta fatica per raccogliere in fondo due punti. <A questa altezza del campionato – se la cava al termine coach Andrea Marselli – l’importante ormai è muovere la classifica, ci siamo riusciti, abbiamo poco o nulla da rimproverarci>. Ad ogni modo zona-retrocessione tuttora a debita distanza. La cronaca…
Zephyr in campo con Grassi al palleggio e Nitti opposto, De Rosa e Diuof centrali, Perissinotto e Giannarelli di banda con Oddo libero; alla lunga si vedrà pure Scatizzi al centro e nel finale Iacopini di mano.
La Pvlcerealterra di Cirié risponde con Zanchetta in costruzione e Casale in diagonale, Aimone e Dogliotti in mezzo, Angelov e Scarrone all’ala con Trono libero. Resta in panchina il temuto cubano Argilagos, a quanto pare a corto di forma, ma uno Scarrone nettamente “top scorer” della serata ne renderà tutto sommato superfluo un impiego che infatti non ci sarà.
Padroni di casa nel complesso disinvolti in un primo set che s’aggiudicano senza penare gran che. Musica diversa nella seconda frazione di gara, coi locali avanti di un punto al primo time-out tecnico, situazione che s’inverte al secondo finché gli ospiti la spuntano sul filo di lana.
Nella terza parte del match succede di tutto e di più. Partenza lanciata dei piemontesi che sono avanti per 5-8 al primo t.o.t, quindi rimonta che porta gli “zephyriani” avanti per 16-15, subito dopo mister Antonelli decide di dar fiato a Zanchetta inserendo Arnaud e poco dopo ripete il cambio di Casale con Caianiello come già fatto nel set precedente (ripeterà entrambe le sostituzioni al tie-break). Si va avanti poi con un “téte-a-téte” che viene rotto agli sgoccioli da una palla che sul 22-19 per i rossoblù viene assegnata agli stessi, ma contestata dagli avversari sino al cartellino rosso assestato a capitan Angelov, per cui ci si ritrova sul 24-19 per i valligiani. I ceriesi hanno un sussulto d’orgoglio che però non basta a colmare tale distacco e termina 25-23 per la Trading.
Sennonché l’accaparramento del set sembra aver provato la squadra di casa, letteralmente deficitaria nella quarta frazione che difatti la Pvlcerealterra sia aggiudica di netto. Si va così a un tie-break che risulterà singolarmente lungo, anche per via di più di un frangente polemico, in particolare quello che alle ultime battute costa al medesimo Angelov cartellino rosso e giallo. Alla resa dei conti comunque, “pesa” quel 4-0 col quale la Trading Zephyr era scattata in avvio di quinto set, se è vero che quest’ultimo termina 15-13.
ZEPHYR TRADING – PVLCEREALTERRA CIRIE’ 3-2
Set: 25-20 / 23-25 / 25-23 / 19-25 / 15-13.
Durata: 26 minuti / 28 / 32 / 23 / 19.
ZEPHYR TRADING VALDIMAGRA: Grassi 2, Nitti 17, De Rosa 15, Diouf 4, Scatizzi 4, Perissinotto 16, Giannarelli 7, Iacopini 1, Oddo libero; n.e. Podestà, Boggio, Benevelli. All. Marselli; vice Caselli.
PVLCEREALTERRA CIRIE’ TO: Zanchetta 1, Arnaud 0, Casale 11, Caianiello 7, Aimone 11, Dogliotti 16, Angelo 12, Scarrone 22, Trono Libero; n.e. Dellarolle, Magnetti, Argilagos. All. Antonelli; vice Forno.
ARBITRI: Debora Nannini e Giada Alessandra Fiori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here