Home Sport

PALLAPUGNO, LE DECISIONI DEL CONSIGLIO FEDERALE PER LA STAGIONE 2015

1
CONDIVIDI

pallapugno_mondiali_2004GENOVA 5 AGO. Si è riunito nella giornata di ieri il Consiglio Federale della Fipap, che ha esaminato – tra le altre cose – i provvedimenti per la prossima stagione.

Le decisioni prese proseguono nel solco della riforma avviata un anno fa, considerato il buon esito dell’attuale stagione (la corsa ai play off è stata incerta ed avvincente fino all’ultima giornata), sempre con l’obiettivo di favorire il miglior equilibrio possibile nella massima serie ed incentivare la partecipazione delle società, prestando altresì attenzione ai giovani, ma anche ai suggerimenti che in questi mesi sono stati rivolti ai componenti del Consiglio.

In serie A viene confermato il montepunti a disposizione delle squadre a quota 1.140; invariati anche quelli della serie B (671), C1 (307) e C2 (130). Viene mantenuto un occhio di riguardo a favore dei giovani: gli atleti under 23 (quest’anno era limitato solo agli under 21) con punteggio pari o inferiore a 89, infatti, non concorreranno alla sommatoria del montepunti, favorendo così l’inserimento di giovani nelle squadre di A e B.


Capitolo metri di vantaggio in battuta: batteranno tutti dai 6, con la sola eccezione delle squadre che presentino in distinta gara uno dei quattro battitori semifinalisti dell’attuale campionato i quali ne concederanno due alle squadre che schierino battitori che nel 2014 hanno disputato i play out di serie A (chiaramente a meno che uno di questi abbia raggiunto la semifinale) o un campionato inferiore. Peraltro quando si affronteranno giocatori con lo stesso metraggio di battuta batteranno sempre dai 6 metri.

Inserito, poi, un vantaggio sul 40 pari, che dal 2015 avrà vigore in tutti i campionati, dalla serie A alle giovanili: conseguentemente, variano i punteggi nelle categorie giovanili (partite ai 7 giochi per Pulcini ed Esordienti, agli 8 per Allievi, ai 9 per Juniores).

“I provvedimenti presi – ha dichiarato il vicepresidente Stefano Dho – vogliono perfezionare ulteriormente la riforma avviata un anno fa, e concorrono all’affermazione del movimento assieme alle novità positive di questa stagione, a cominciare dal campionato femminile, che ha avuto un grande successo, per continuare con la notevole attività messa in atto nelle discipline affini”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here