Pallanuoto, tris di acquisti per il Bogliasco Bene

0
CONDIVIDI
Pallanuoto

GENOVA 13 SET. Dopo un’estate ricca di successi per tutte le compagini giovanili, la nuova stagione della prima squadra maschile della Bogliasco Bene ricomincia dalla linea verde e da tre nuovi acquisti, due stranieri ed un italiano.
Il primo rinforzo è Marino Divkovic, centroboa croato classe ’94, che avrà il compito non semplice di sostituire il partente Ives Alonso. Sebbene sia ancora molto giovane, Divkovic ha già giocato tante partite importanti con squadre blasonate, come lo Jadran Spalato ed il Mladost di Zagabria. L’esperienza più importante l’ha vissuta nell’ultima stagione trascorsa all’Olympic Nizza dove ha avuto modo di scendere in vasca anche in Euroleague.
Insieme a lui arriva un altro straniero, anch’egli classe 1994: il mancino Nikola Vavic. Originario di Belgrado ma naturalizzato americano, Vavic quest’estate è stato ad un soffio dal partecipare alle Olimpiadi di Rio con la rappresentativa a stelle e strisce. Si presenta come un mancino veloce e dal buon passaggio, che ad un’ottima capacità di tiro abbina delle qualità tattiche difensive non comuni per il ruolo che ricopre. Per lui ci sarà il difficile compito di non far rimpiangere il miglior marcatore dell’ultima stagione biancoazzura, il suo connazionale Matt De Trane.
A completare il tris di acquisti bogliaschini ecco il ventenne Cristian Gandini, uno dei giovani che si è maggiormente contraddistinto nel campionato 2015-16, mettendosi in luce tra le fila del Sori. Anche per lui la carta d’identità nasconde un’esperienza già importante nella pallanuoto nazionale. Gandini ha infatti all’attivo già diverse stagioni tra A1 e A2. Cresciuto agonisticamente nell’Imperia si è trasferito prima a Camogli e a poi a Sori. Ora una nuova avventura lo attende, sempre in terra ligure. Giocatore completo ha nei suoi punti di forza il tiro, una buona nuotata e un’ottima visione di gioco. Preferisce giocare dalla mano buona ma spesso è stato impiegato anche sul lato opposto. Arriva a Bogliasco dopo un lungo corteggiamento e finalmente potrà far vedere le sue qualità anche al pubblico competente della Vassallo.
Daniele Bettini, allenatore della prima squadra, commenta così i tre acquisti che hanno completato la rosa: “Sono contento, ringiovaniamo la rosa creando un gruppo maggiormente omogeneo: aspetto di incontrare di persona i due stranieri, per ora posso dire che li abbiamo scelti perchè sappiamo di poter chieder loro tanto, sia sotto il profilo tecnico che dal punto di vista umano. Per quanto riguarda Gandini so che ha fortissime motivazioni, ha voglia di conquistare la Nazionale in questo nuovo quadriennio come è successo a tanti altri atleti biancazzurri negli ultimi anni. Lui dovrà sostituire la scommessa vinta con Ravina e provare a non farlo rimpiangere.”
Bettini ci tiene inoltre a sottolineare che, alla luce degli straordinari risultati raggiunti dalle squadre giovanili nell’ultimo anno, in particolare l’argento under 20 e l’oro under 17 “la rosa sarà composta stabilmente da dodici giocatori e un posto verrà lasciato libero a rotazione per i giovani del vivaio più forte d’italia”.

LASCIA UN COMMENTO