Pallanuoto, Recco trionfa a Montecarlo

0
CONDIVIDI
Pallanuoto

GENOVA 10 OTT.  La Pro Recco conquista il “Champions Trophy” di Montecarlo sconfiggendo 10-6 i campioni d’Europa dello Jug Dubrovnik. Una prestazione convincente per i ragazzi di mister Vujasinovic, impressionanti per tenuta difensiva nei primi tre tempi.
Le due squadre arrivano alla partita finale appaiate a sei punti, con i croati reduci dalle vittorie su Spandau (11-9) e Olympiakos (16-14). Partenza tirata davanti ad oltre trecento persone, Loncar porta in vantaggio lo Jug, Tempesti mura Perrone e Ivankovic; il portiere avversario Bijac non è da meno e mette in mostra le sue grandi doti respingendo tutti gli attacchi. A ottanta secondi dalla fine del primo tempo è il “Chalo” Echenique a pareggiare i conti con un mancino in situazione di superiorità.
Nel secondo tempo la Pro Recco scappa: dopo il vantaggio di Perrone su rigore, Figlioli segna una doppietta, cui segue il centro di Mandic che porta il risultato sul 4-2. Si va al riposo lungo, ma il film della partita non cambia: Pijetlovic e Filipovic allungano il distacco, la difesa è impenetrabile e i croati non trovano sbocchi per fare male ad un super Tempesti. Gli ultimi otto minuti del match non regalano ribaltoni: Di Fulvio inserisce il suo nome tra i marcatori, mentre Benic riesce finalmente a trafiggere la Pro Recco a metà tempo. Mandic, Filipovic e Molina deliziano il pubblicano con tre gol da antologia e lasciano i croati sotto di quattro. La stagione dei biancocelesti comincia già con una coppa da alzare.

PRO RECCO – JUG 10-6
PRO RECCO

Tempesti, Pijetlovic 1, Mandic 2, Figlioli 2, Molina 1, Sukno, Di Fulvio 1, Alesiani, Aicardi, Filipovic 2, Ivovic, Echenique 1, Volarevic. All. Vujasinovic

 

JUG DUBROVNIK

Bijac, Macan, Fatovic, Loncar 1, Pavlicevic, Garcia, Markovic, Ivankovic, Vrlic, Perrone 2 (1 rig), Benic 1, Obradovic 2 (1 rig), Popadic. All. Vjekoslav

Arbitri: Mercier (Fra), Inesta (Spa)

Note: parziali 1-1, 3-1, 2-0, 4-4; superiorità numeriche: Pro Recco 2/7, Jug 1/4 + 2 rigori; uscito per limite di falli Macan (J) nel IV tempo.

LASCIA UN COMMENTO