Pallanuoto, Recco: la Coppa Italia è tua

0
CONDIVIDI
Pallanuoto
Pallanuoto

GENOVA 20 MAR.  I campioni d’Italia e d’Europa battono 5-4 l’AN Brescia e conquistano per il quarto anno consecutivo la coppa Italia, vincendo il trofeo per l’undicesima volta della storia. La finale è stata all’altezza delle aspettative con le squadre sempre punto a punto. I lombardi recriminano sul 2/10 in superiorità numerica che ne limita l’attacco. Il fuoriclasse Ivovic decide il match con un gol a metà quarto tempo che porta i liguri sul +2. Il gol di Rizzo ad un minuto dal termine illude i bresciani stoppati alla fine da un fallo in attacco fischiato ad Ubovic, nell’azione che poteva portare le squadre ai rigori. Mvp l’azzurro Di Fulvio con una bella doppietta. Era la sesta finale consecutiva tra le due formazioni (5-1 per la Pro Recco). L’ultima vittoria dei lombardi risale al 2012 quando alla “Scandone” di Napoli si imposero 5-4 proprio contro i recchelini.
La finale per il terzo posto è stata vinta dalla BPM Sport Management padrona di casa sulla Canottieri Napoli per 6-5. Decisiva la rete di Jelaca in superiorità numerica che rompe l’equilibrio a metà quarto tempo. Ora pausa dedicata alle qualificazioni olimpiche con il Settebello impegnato a Trieste dal 3 al 10 aprile.

FINALE 1/2 POSTO
Pro Recco-AN Brescia 5-4
Pro Recco: Tempesti, F. Di Fulvio 2, Mandic, Figlioli, Giorgetti, Sukno 1, A. Fondelli 1, Aicardi, Figari, Bodegas, Ivovic 1, Gitto, Pastorino. All. Pomilio.
AN Brescia: Del Lungo, Guerrato, C. Presciutti, Randelovic 1, Molina Rios, Rizzo 1, L. Damonte, Nora, N. Presciutti, Bertoli, Ubovic 1, Napolitano 1, Dian. All. Bovo.
Arbitri: Caputi, Gomez
Note: parziali 1-0, 2-1, 1-2, 1-1. Spettatori 1000 circa. In tribuna il presidente della Federnuoto Paolo Barelli e il CT della nazionale Sandro Campagna. Superiorità numeriche: Pro Recco 3/8, AN Brescia 2/10. Ammonito Pomilio (all. Recco) per proteste.

LASCIA UN COMMENTO