Home Sport Sport Genova

Pallanuoto, Recco eliminata in Champions dallo Jug

0
CONDIVIDI
Vujasinovic

GENOVA 27 MAG.  Giornata di semifinali della Final Six di Champions League in programma nella stellare Duna Arena di Budapest, che sarà la casa della diciassettesima edizione dei campionati mondiali di nuoto, ospitando tuffi, sincro e nell’ultima settimana il nuoto. Sfuma ancora in semifinale il sogno della Pro Recco che, abbandona il sogno triplete, e cede per il secondo anno consecutivo allo Jug Dubrovnik campione d’Europa. I croati vincono 10-9 (parziali 4-2, 2-2, 3-4, 1-1) dopo una gara condotta sempre in testa (4-1, 6-4, 10-8) che ha visto i liguri per una volta sola in vantaggio sul 7-6 a metà terzo tempo. Ai campioni d’Italia non basta super Filipovic che segna 4 reti, ma tira sulla traversa l’ultimo uomo in più a 32″ dal termine che avrebbe voluto dire tiri di rigore come lo scorso anno. La partita infatti bissava la semifinale dell’Alfred Hajos quando i croati eliminarono i recchelini 15-14 ai rigori. Era il quarto incontro della stagione tra le due squadre e il primo che il Recco perde: due ufficiali nel girone B della Champions league terminati sempre a favore dei recchelini che hanno vinto 11-8 a Dubrovnik, 9-5 ad Albaro e più in un’amichevole di lusso a Montecarlo 10-6. Spietati i due grandi ex in gol con il mancino olimpionico Maro Jokovic che apre le marcature e Felipe Perrone che segna quello decisivo del 10-8. “Mi prendo tutte le responsabilità di questa brutta sconfitta – dichiara a caldo coach Vujasinovic che rispetto al campionato ha inserito gli “assi” di coppa con il serbo Filipovic, lo spagnolo Molina e il centro Pljetovic. Non sono riuscito a tenere alta la tensione che serve in queste partite. Abbiamo avuto un approccio troppo morbido e contro squadre come lo Jug non puoi permettertelo. Lo scorso anno ci siamo appoggiati sulla scusa della mancanza del portiere Tempesti, ma loro oggi hanno dimostrato di essere una squadra forte e tosta che merita di rigiocarsi il titolo europeo”.
Nella finalina per il quinto posto l’AN Brescia centra il successo battendo l’Olympiacos Pireo, che lo scorso anno fu finalista, per 8-5 (parziali 2-2, 3-0, 1-1, 2-2). Doppiette per capitan Christian Presciutti, Manzi e Bertoli. Eguagliato il miglior piazzamento di Barcellona 2014. La seconda semifinale ha visto poi prevalere, come da pronostico, lo Szolnoki Dózsa-Közgép che nel derby magiaro contro lo ZF Eger vince 7-5 e proverà la scalata al trono europeo sabato alle 16.45 proprio contro i campioni uscenti dello Jug. Per la Pro Recco finale di consolazione alle 15.15 contro lo ZF Eger.

Final Six, Budapest, Duna Aréna
Programma e risultati

Giovedì 25 maggio – quarti di finale
Olympiakos (Gre) – Jug Dubrovnik (Cro) 8-11
ZF-Eger (Ung) – AN Brescia (Ita) 6-4


Venerdì 26 Maggio – semifinali
finale 5/6 posto
Olympiakos-AN Brescia 5-8 (vai al tabellino)

Jug Dubrovnik – Pro Recco (Ita) 10-9
Jug Dubrovnik: Bijac, Macan, L. Fatovic, Loncar 2, Jokovic 1, J. Garcia 2, P. Markovic 1, Pavlicevic, J. Vrlic 1, Perrone 1, Benic 1, P. Obradovic 1, Popadic. All. Kobescak
Pro Recco: Tempesti, F. Di Fulvio 1, Mandic 1, Figlioli, Molina, D. Pijetlovic, Sukno 2 (1 rig.), Fondelli, A. Ivovic 1, F. Filipovic 4, Aicardi, Bodegas, Volarevic. All. Vujasinovic
Arbitri: Alexandrescu (Rou) e Buch (Esp)
Note: parziali 4-2, 2-2, 3-4, 0-1. Superiorità numeriche: Jug Dubrovnik 4/8, Pro Recco 4/12 + 1 rigore. Volarevic sostituisce Tempesti a 5’41’’ dalla fine, sul punteggio di 10-8. Uscito per limite di falli Bodegas (R).

REPORT. Inizio di partita shock: Jokovic con alzo e tiro, Loncar in controfuga e Vrlic dal centro portano i rossoblù sil 3-0. Il gol con l’uomo in più di Ivovic sblocca i campioni d’Italia ma lo Jug fa sul serio, macina gioco, e passa ancora in extraman con l’olimpionico Obradovic per il 4-1. Meno male che l’altro oro olimpico croato, Sukno, ha sangue freddo e chiude il parziale siglando il rigore del meno due (2-4).
Lo stesso fuoriclasse croato regala l’assist perfetto sottoporta per Di Fulvio che si gira alla grande e fulmina Bijac al terzo minuto per il 3-4. Botta e risposta: Benic spara la bomba del 5-3, e dall’altra parte Filipovic, ieri premiato come miglior giocatore europeo 2016, risponde a metà tempo (4-5). I campioni d’Italia sbagliano banalmente un paio di attacchi e vengono puniti dall’altro mancino dello Jug, lo spagnolo GarciaGadea, che in sospesnione insacca all’angolo opposto il 6-4.
Nel terzo apre subito il “fenomeno” Mandic che col mancino insacca il settimo extraplayer concesso (5-6). E’ il miglior momento dei campioni d’Italia che finalmente pareggiano con l’uomo in più (3/7) ancora con Sukno, e poi passano con Filipovic che uncina col sinistro Bijac per il primo vantaggio a metà terzo tempo (7-6). La gioia binacoceleste però è effimera perchè lo Jug riapre il gas e trova un break di 3-0 sontuoso: Markovic dal lato, Loncar con una bellissima girata e ancora Garcia Gadea col mancino riportano i croati sul doppio vantaggio (9-7). Provvidenziale è ancora Filipovic che a due secondi dallo scadere insacca il quinto extraman, tenendo in vita i compagni prima degli ultimi 8 minuti.
Dopo 2’20, quando Bodegas commette il terzo fallo grave, lo Jug passa ancora: Perrone finalizza il quarto uomo in più e riporta i rossoblù sul +2 (10-8). Coach Vujasinovic cambia Tempesti con Volarevic e i recchelini accorciano di nuovo con Filipovic che si alza e insacca la personale quaterna (9-10). Nel finale thrilling i campioni d’Italia hanno anche la possibilità di pareggiare, ma ancora il foriclasse mancino serbo scocca la palomba che sulla traversa infrage sogni e speranze dei campioni d’Italia.

ZF-Eger – Szolnoki Dózsa-Közgép (Ung) 5-7

Domeica 27 Maggio
15.15 3/4 posto, Pro Recco-ZF Eger
16.45 Finale Jug Dubrovnik-Szolnoki Dózsa-Közgép (Ung)

Delegati: Giannii Lonzi (ITA), Angel Moliner (ESP), Dejan Perisic (SRB)
Arbitri: Boris Margeta (SLO), Adrian Alexandrescu (ROU), Matan Schwartz (ISR), Sergey Naumov (RUS), Vojin Putnikovic (SRB), F. Xavier Buch (ESP)

consulta statistiche e tabellini ufficiali

ALBO D’ORO

Coppa dei Campioni
1963-64 Partizan Belgrado (Jug)
1964-65 Pro Recco (Ita)*
1965-66 Partizan Belgrado (Jug)
1966-67 Partizan Belgrado (Jug)
1967-68 Mladost Zagabria (Jug)
1968-69 Mladost Zagabria (Jug)
1969-70 Mladost Zagabria (Jug)
1970-71 Partizan Belgrado (Jug)
1971-72 Mladost Zagabria (Jug)
1972-73 Osc Budapest (Hun)
1973-74 Mgu Mosca (Urss)
1974-75 Partizan Belgrado (Jug)
1975-76 Partizan Belgrado (Jug)
1976-77 Csk Mosca (Urss)
1977 Canottieri Napoli (Ita)*
1978-79 Osc Budapest (Hun)
1979-80 Vasas Budapest (Hun)
1980-81 Jug Dubrovnik (Jug)
1981-82 Cn Barcellona (Esp)
1982-83 Spandau Berlino (Ddr)
1983-84 Stefanel Recco (Ita)*
1984-85 Vasas Budapest (Hun)
1985-86 Spandau Berlino (Ddr)
1986-87 Spandau Berlino (Ddr)
1987-88 Sisley Pescara (Ita)*
1988-89 Spandau Berlino (Ddr)
1989-90 Mladost Zagabria (Jug)
1990-91 Mladost Zagabria (Jug)
1991-92 Jadran Spalato (Cro)
1992-93 Jadran Spalato (Cro)
1993-94 Ujpest Budapest (Hun)
1994-95 Catalunia Barcellona (Esp)
1995-96 Mladost Zagabria (Cro)
1996-97 Themis Posillipo (Ita)*
1997-98 Themis Posillipo (Ita)*
1998-99 Splitska Spalato (Cro)
1999-2000 Naftagas Becej (Jug)
2000-2001 Jug Dubrovnik (Cro)
2001-2002 Olympiakos Pireo (Gre)
2002-2003 Pro Recco (Ita)*

Eurolega
2003-2004 Honved Budapest (Hun)
2004-2005 Lottomatica Posillipo (Ita)*
2005-2006 Jug Dubrovnik (Cro)
2006-2007 Pro Recco (Ita)*
2007-2008 Pro Recco (Ita)*
2008-2009 Primorac Kotor (Mne)
2009-2010 Pro Recco (Ita) *
2010-2011 Partizan Belgrado (Srb)

Champions League
2011-2012 Ferla Pro Recco (Ita) *
2012/2013 Stella Rossa Belgrado (Srb)
2013/2014 Atletic Barceloneta (Esp)
2014/2015 Pro Recco (Ita) *
2015/2016 Jug Dubrovnik
* 13 successi italiani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here