Pallanuoto, la finale di Coppa Italia è Recco-Brescia

0
CONDIVIDI
Pallanuoto
Pallanuoto

GENOVA 19 MAR.  Saranno Pro Recco e AN Brescia a contendersi la venticinquesima Coppa Italia. Dopo la quinta Coppa Italia femminile, vinta dal Bogliasco Bene, è scattata a Busto Arsizio, la casa della BPM Sport Management, la FinalFour maschile. Spettacolo e show nella piscina Manara con le migliori quattro squadre del girone d’andata del campionato di serie A1. I campioni d’Italia e d’Europa della Pro Recco (detentori del trofeo a caccia dell’undicesimo sigilllo, quarto consecutivo), l’AN Brescia, il CC Napoli e i padroni di casa dello BPM Sport Management. Se per i liguri campioni d’Italia l’esito della prima semifinale appariva scontato, i lombardi hanno impressionato battendo nettamente ipadroni di casa della BPM Sport Management. Nella prima semifinale la Pro Recco vince 13-5 la Canottieri Napoli ed è la prima finalista del trofeo tricolore. Per i liguri tripletta di Sukno e sofferenza solo nel primo quarto chiuso in svantaggio 3-2. Poi blackout giallorosso per un tempo e mezzo che consente a Tempesti & co di scavare il solco decisivo.
La seconda semifinale tra AN Brescia e Sport Management è terminata 12-3. Un blackout lungo un tempo e mezzo ha consentito ai lombardi di portarsi sul 6-0. Troppo pochi tre gol per i “mastini” padroni di casa non supportati dalla vena del capocannoniere del campionato Petkovic, rimasto a secco. Per i bresciani quattro gol di Molina e tripletta di Rizzo ed una buona prova corale. La finale andrà in scena sabato 19 marzo alle 17.15 in diretta su Rai Sport 2. Alle 15 la “finalina” tra BPM Sport Management e CC Napoli. Arbitri designati: De Chiara (giudice arbitro), Caputi, Ceccarelli, Lo Dico, Gomez e Colombo (Riccitelli indisponibile). Segui il live su federnuoto.it.

Tabellino Pro Recco-CC Napoli 13-5
Pro Recco: Tempesti, F. Di Fulvio, Mandic 2, Figlioli, Giorgetti 2, Sukno 3, Giacoppo 1, Aicardi, Figari 2, Bodegas, Ivovic 1, A. Fondelli 2, Pastorino. All. Pomilio.
CC Napoli: Turiello, Buonocore, Di Costanzo 1, Baviera, Brguljan Darko, Borrelli, Mattiello 1, Campopiano 1, Maccioni, Velotto, Baraldi, Esposito 2, Vassallo. All. Zizza.
Arbitri: Colombo, Lo Dico.
Note: parziali 2-3, 3-0, 3-1, 5-1. Spettatori 500 circa. Ammonito Zizza (all. CC Napoli) per proteste. Superiorità numeriche: Pro Recco 1/4 + 2 rigori, CC Napoli 3/7.

REPORT. Si parte a ritmi lenti con la Pro Recco che ci prova dal perimetro e in superiorità, ma solo al terzo tentativo va in rete dall’angolo con Giacoppo per l’1-0 che sblocca il risultato a metà tempo. Figari commette fallo grave e sull’azione manovrata Esposito insacca dai due metri trasformando l’assist al bacio di Brguljan (1-1). Un giro di lancette e la Pro Recco ripassa in vantaggio col mancino Mandic dalla stessa posizione di Giacoppo, ben servito da Di Fulvio (2-1). Ancora Esposito e ancora in superiorità (espulso Figlioli), riporta la Canottieri al pareggio (2-2). A 7 secondi dal termine i giallorossi del Molosiglio trovano addirittura la rete del vantaggio con la bella conclusione mancina di Di Costanzo, che beffa Tempesti dal perimetro, per il 3-2 di fine primo tempo. Il secondo parziale si apre con due extraman falliti da entrambe le squadre; poi è Figari che in controfuga segna il nuovo pareggio dopo due minuti (3-3). Morelli affossa Ivovic al centro e Sukno trasforma, con l’aiuto della traversa, il rigore del nuovo vantaggio ligure (4-3). Zizza chiama il timeout per riordinare le idee dei giallorossi, che però devono soccombere ancora al mancino serbo campione del mondo Mandic, che avanza e scarica in rete da posizione due per il 5-3 e la doppietta. Tempesti salva su Di Costanzo la quarta superiorità numerica giallorossa (2/4 la percentuale) e il punteggio non cambia fino al riposo lungo.
Nel terzo tempo Buonocore commette il secondo fallo personale e Giorgetti timbra il cartellino trasformando il primo gol in extraman dei liguri su tre tentativi (6-3). La Canottieri prova a reagire con Di Costanzo che fallisce la quinta superiorità (deviazione di Tempesti) e Ivovic risponde sparando un missile che fulmina Vassallo per il massimo vantaggio recchelino (7-3). Dopo un tempo e mezzo di pausa la Canottieri accorcia con Campiopiano che sfodera il mancino giusto con l’uomo in più (7-4). Il tempo di un amen ed Esposito contiene con veemenza Bodegas al centro con Lo Dico che fischia il rigore: Sukno spiazza Vassallo e fa doppietta per il nuovo +4 (8-4) che chiude il tempo. Si riparte con Mattiello che griffa -3 giallorosso, con una bella girata dai due metri imbeccato da Buonocore bravo ad andare in transizione veloce (8-5). Poi ci prova Baraldi con una sciarpata dal centro (fuori di poco), ma Sukno spegne qualsiasi velleità realizzando la tripletta su assist di Giogetti dopo un’azione manovrata alla grande dai liguri (9-5). Tempesti salva ancora su Di Costanzo lanciato in solitario e Fondelli chiude definitivamente i giochi a metà tempo (10-5). Figari, Fondelli e Giorgetti arrotondano il punteggio segnando dall’angolo le personali doppiette e dando il massimo vantaggio biancoceleste (13-5), che chiude la prima semifinale.

 

AN Brescia-BPM Sport Management 12-3
AN Brescia: Del Lungo, Guerrato, C. Presciutti 1, Randelovic, Molina Rios 4, Rizzo 3, L. Damonte, Nora 1, N. Presciutti, Bertoli, Ubovic 2, Napolitano 1, Dian. All. Bovo.
BPM Sport Management: Oliva, Busilacchi 1, Brambilla, Coppoli 1, Petkovic, Vergano, E.di Somma, Jelaca, Mirarchi, Bini 1, Razzi, Deserti, Lazovic. All. Baldineti
Arbitri: Ceccarelli, Caputi
Note: parziali 3-0, 4-2, 1-1, 4-0. Spettatori 800 circa. Espulso Bovo (all. B) per proteste. Superiorità numeriche: AN Brescia 2/7, Sport Management 1/6.

LASCIA UN COMMENTO