Home Sport Sport Genova

Pallanuoto, Coppa Italia F: out Rapallo e Bogliasco

0
CONDIVIDI
Pallanuoto

ANCONA 31 MAR.  La Cosenza Pallanuoto affronterà la Waterpolo Messina nella seconda semifinale della final six di coppa italia femminile, in svolgimento al Centro Federale di Ostia. Nel primo quarto di finale batte 7-5 (1-1, 1-2, 2-1, 3-1) la Rapallo Pallanuoto al termine di un match in costante equilibrio e deciso dalle calabresi con due gol negli ultimi due minuti. Sarà invece L’Ekipe Orizzonte ad affrontare le campionesse d’Italia della Plebiscito Padova nella prima semifinale. Le etnee, trascinate dai sei gol di Eggens, si impongono 9-6 sulla Bogliasco Bene, detentrice del trofeo, malgrado la quaterna di Zimmerman. Seguono i tabellini dei quarti di finale e le sintesi.

Rapallo-Cosenza 5-7
Rapallo: Lavi, Zanetta 1, Gragnolati, Avegno 2, Gagliardi, Repetto, Kohli 1, Sonia Criscuolo, Mori, Claudia Criscuolo, Cotti 1, Giustini, Bacigalupo. All. Antonucci.
Cosenza: Sotireli, Citino, Di Claudio, De Cuia, Silvia Motta 2, Guannan 1, D’amico 1, Nicolai, Pomeri 1, Presta, Roberta Motta 2, Garritano, Manna. All. Capanna.
Arbitri: Paoletti e Nicolosi.
Note: parziali 1-1, 2-1, 1-2, 1-3. Uscita per limite di falli Zanetta (R) a 1’52” del quarto tempo. Superiorità numeriche: Rapallo 3/7 e Cosenza 3/9.

Sintesi. Le reti di Roberta Motta e della cinese Guannan negli ultimi due minuti determinano la qualificazione di Cosenza in semifinale e spezzano l’equilibrio che aveva caratterizzato fino a quel momento l’incontro. Liguri arrembanti in avvio, ma Sotireli fa buona guardia sui tiri di Avegno (dopo una lunga controfuga) e di Gragnolati dalla destra. Il match lo sblocca Cotti, argento olimpico con il Setterosa, dopo 5’03”, cui replica Silvia Motta a 5’54” con una morbida e precisa conclusione dalla distanza per l’1-1 del primo tempo. Botta e risposta tra Silvia Motta e la canadese Kohli in avvio di seconda frazione. In seguito Rapallo avanti 3-2 con Zanetta che sigla il primo gol in superiorità numerica dell’incontro. Si riparte dopo il cambio campo. L’equilibrio lo ristabilisce Roberta Motta dopo quarantacinque secondi in superiorità numerica. Il match prosegue a fiammmate. Avegno sigla il 4-3 a 6’09”; D’Amico a 7’02” il 4-4 con cui finisce il terzo quarto. Calano leggermente i ritmi nell’ultima frazione, ma le squadre restano sempre a contatto. Il secondo gol di Avegno vale il 5-4, il primo di Pomeri il 5-5. Successivamente lo strappo decisivo di Cosenza con Roberta Motta a 6’36” e Guannan a quarantacinque secondi dalla termine.


Bogliasco Bene-L’Ekipe Orizzonte 6-9
Bogliasco Bene: Carola Falconi, Viacava, Zimmerman 4, Dufour 1, Trucco, Giulia Millo 1, Maggi, Rogondino, Boero, Rambaldi, Cocchiere, Frassinetti, Malara. All. Sinatra.
L’Ekipe Orizzonte: Jovetic, Sapienza, Garibotti 1, Eggens 6, Di Mario 2, Grillo, Palmieri, Marletta, Buccheri, Santapaola, Riccioli, Lombardo, Schillaci. All. Miceli.
Arbitri: Severo e Filippini
Note: parziali 2-3, 2-2, 1-1, 1-3. Nessuna giocatrice uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Bogliasco 2/6 e Orizzonte 5/8

Sintesi. Una strepitosa Eggens, autrice di sei gol, trascina l’Ekipe Orizzonte in semifinale. Dopo tredici secondi l’attaccante canadese scalda le mani di Falconi con una conclusione potente dal centro. Lo zero a zero lo sblocca invece Zimmerman con un tiro dalla sinistra; le rispondono Garibotti che sfrutta la superiorità numerica ed Eggens, ben servita al centro da Marletta. In seguito ancora Zimmerman ed Eggens protagoniste: l’aussie di origine tedesca fissa il 2-2, la canadese il 3-2 che conclude il parziale d’apertura. Allungano le etnee in apertura di secondo tempo con Di Mario. I terzi squilli delle scatenate Zimmerman ed Eggens valgono il 4-3 e il 5-3. Poi il numero tre in calottina bianca cala il poker per il 5-4 al cambio campo. Due sussulti nel terzo periodo. Il primo lo regala ancora Di Mario con una sassata da posizione leggermente decentrata per il nuovo +2 dell’Orizzonte (6-4); il secondo è di Dufour che sorprende Jovetic con un colpo di fioretto che tiene in vita le liguri (6-5). Dopo una piccola pausa riprende tra a ruggire l’attaccante nordamericano nella quarta frazione. La vice capocannoniere della serie A1 infila tre stoccate una dietro l’altra che valgono il 9-5 per il decisivo allungo dell’Orizzonte. Bogliasco alle corde, il 9-6 di Millo rende meno amara l’abdicazione.

OMAGGIO FLOREALE. Prima della partita il presidente del GUG Roberto Petronilli ha donato un mazzo di fiori agli arbitri donna designati per la final six della coppa italia femminile: Cristina Taccini, Alessia Ferrari, Giorgia Filippini, Marina Valdettaro, Giuliana Nicolosi e Daniela Scillato e al giudice arbitro Alessia Ferri.

Il calendario della Final Six coppa italia femminile

Giovedì / Quarti di finale
A) Rapallo Pallanuoto-Cosenza Pallanuoto 5-7 trasmessa in diretta su Waterpolo Channel
B) Bogliasco Bene-L’Ekipe Orizzonte Catania 6-9 trasmessa in diretta su Waterpolo Channel

Venerdì / Semifinali
Finale 5° / Rapallo-Bogliasco Bene alle 16.30 in diretta su Waterpolo Channel
Plebiscito Padova – L’Ekipe Orizzonte Catania alle 18 in diretta streaming su www.raisport.rai.it e in differita su Rai Sport + HD alle 00.30
Waterpolo Messina – Cosenza Pallanuoto alle 19.30 in diretta streaming su www.raisport.rai.it e in differita su Rai Sport + HD all’1.45

Sabato / Finali
Finale 3° posto alle 17 in diretta su Waterpolo Channel
Finale 1° posto alle 19 in diretta su Rai Sport + HD

Giudice arbitro: Alessia Ferri. Arbitri: Cristina Taccini, Alessia Ferrari, Giorgia Filippini, Marina Valdettaro, Giuliana Nicolosi, Daniela Scillato, Alessandro Severo ed Attilio Paoletti.

Albo d’oro
2012 Orizzonte Catania
2013 Orizzonte Catania
2014 Rapallo Pallanuoto
2015 Plebiscito Padova
2016 Bogliasco Bene

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here