Pallanuoto A2 M: i risultati di gara 3 dei play off e dei play out

0
CONDIVIDI
Pallanuoto, A2 M: arbitri e programma
Pallanuoto
Pallanuoto

GENOVA 12 GIU.  Concluse le terze partite delle semifinali playoff e finali playout di A2 maschile di pallanuoto.

Tutte e quattro in finale le squadre che hanno giocato in casa: Torino 81, Roma Nuoto, Quinto e Civitavecchia. Soltanto la partita tra Civitavecchia e Camogli si è decisa dopo i tiri di rigore (12-10, 7-7), le altre tutte entro i tempi regolamentari. Salve, invece, Promogest e Arvalia.

SEMIFINALI PLAY OFF

 

Gara 3 – sabato 11 giugno

SF 2

TORINO ’81-CAMPOLONGO HOSPITAL RN SALERNO 8-6 (serie 2-1)

TORINO 81: Rolle, Mantero 1, Cranco, Azzi 1, Maffè 1, Oggero, Seinera 2, Vuksanovic 1, Lauria, Loiacono, Aldi, Giuliano, Presciutti2. All. Aversa
CAMPOLONGO HOSPITAL R.N. SALERNO: Noviello, De Luce, Priori, Lobov 1, Pasca Di Magliano, Pica, De Bellis 4, D’Angelo, Gallozzi 1, Vuolo, Spatuzzo, Parrilli, Ingrosso. All. Citro
Arbitri: Bianchi e Castagnola
Note: parziali 1-0, 2-0, 2-4, 3-2. Espulso per gioco violento Pasca Di Magliano (RN Salerno) nel secondo tempo. Usciti per limite di falli Pica (RN Salerno) nel terzo tempo e Giuliano (Torino ’81) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Torino ‘814/15 e RN Salerno 3/13. Spettatori 800 circa

Commento. Torino ’81 sconfigge 8-6 la Campolongo Hospital RN Salerno, e si qualifica alla finale playoff. I piemontesi partono forte e superano per tre volte consecutive Noviello con Presciutti e doppietta di Seinera per il 3-0 di metà gara. La reazione della RN Salerno è veemente, una doppietta di De Bellis la porta sul 5-4 al termine della terza frazione. L’abbrivio del match sembra mutato ma la squadra di Aversa, accelera nuovamente nel quarto periodo: Azzi e Vuksanovic mandano i padroni di casa sul 7-4. Il team di Citro si rifà sotto con una doppietta di De Bellis (7-6) ma ci pensa Maffè a 1’45” dalla sirena finale a spegnere le velleità dei campani con il gol dell’8-6 conclusivo, che elimina la Campolongo dai playoff e manda in finale la Torino ’81

SF 3

ROMA NUOTO – LAVAGNA 90 DIMEGLIO 11-8 (serie 2-1)

ROMA NUOTO: Washburn W., De Michelis F., Faraglia F. 1, Fiorillo L., Gianni G. 1, Navarra A. 2, Spione M. 2, Moroni L., Lapenna M. 2, Obradovic D., Africano R., Letizi G., Faiella A. 3 (1 rig.). All. M. Fiorillo
LAVAGNA 90 DIMEGLIO: Graffigna G., Cotella G., Congiu P. 1, Pedroni M. 1, Giusti S., Cimarosti F. 1, Bassani G., Westermann E., Cotella F., Martini A. 1, Governari E., Parisi D. 2, Casazza A. 2. All. M. Risso
Arbitri: Collantoni e Calabro
Note: parziali 5-2, 1-1, 3-3, 2-2. Ammonito il tecnico della Roma per proteste M. Fiorillo nel secondo tempo. Espulso per proteste Africano (R) a 2’34” del terzo tempo. Nessuno è uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Roma 5/10 + un rigore e Lavagna 3/11. Spettatori 250 circa

Commento. Alla fine fa festa la Roma ma la vittoria di Fiorillo & Co. non è stata così agevole come il risultato più far pensare. Avanti 2-0 dopo due minuti, è stata raggiunta velocemente dal Lavagna (Martini e Parisi in più) e poi si è portata a +3 negli ultimi 105 secondi del primo tempo (doppietta di Spione e gol di Faiella su rigore). La partita si è fatta subito nervosa, espulsi i dirigenti accompagnatori di entrambe le squadre, ammonito il tecnico giallorosso Mario Fiorillo ed espulso per proteste il numero 11 della Roma Africano. Nel secondo tempo soltanto un gol per parte. La Roma raggiunge il massimo vantaggio al minuto 21’09” con Faiella (8-4) e il Lavagna da l’idea di poter riaprire la partita all’inizio del quarto periodo, quando Cimarosti fa 9-7 e ci sono ancora più di sette minuti da giocare. La Roma non si lascia irretire e si mette al riparo con i gol di Gianni a uomini pari e Navarra con l’uomo in più. Serve a poco l’ultimo gol dei liguri con Congiu a quasi tre minti dal fischio finale.

SF 1

SC QUINTO – TGROUP ARECHI 9-3 (serie 2-1)

SC QUINTO: Scanu N., Prian P., Brambilla Di Civesio F. 1, Luccianti G., Turbati A. 3, Bianchi F. 1, Bogdanovic N., Palmieri A. 1, Boero G. 2, Bittarello L. 1, Spigno M., Amelio A., Azzarini E. All. M. Paganuzzi
TGROUP ARECHI: Busa’ D., Sanges C., Ferrigno R., Esposito G. 1, Brguljan M., Esposito C., Simonetti C., Iannicelli M., Busa’ R., De Rosa G., Baldi L., Torniello M., Postiglione G. 2 (1 rig.). All. M. Grieco
Arbitri: Taccini e Fusco
Note: parziali 2-1, 3-0, 2-1, 2-1. Arechi ha sostituito il poriere all’inizio del terzo tempo: Ferrrigno al posto di D. Busà. Ammonito per proteste nel quarto tempo il tecnico del Quinto Paganuzzi. Nessuno è uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Quinto 1/5 e Arechi 1/7 + un rigore. Spettatori 300 circa

Commento. Tutto facile per il Quinto che comincia piano, accelera nella parte centrale e gestisce nei minuti conclusivi. L’Arechi dura poco più di un tempo e già dopo 16 minuti la partita appare segnata; Quinto avanti 5-1 e il tecnico dei salernitani Grieco cambia il portiere: fuori Busà e dentro Ferrigno. Il cambio non produce effetti sostanziali e i liguri cominciano a gestire e ripartire. Boero e Turbati per il 7-1 che spegne anche le ultime chance degli ospiti, che prima reagiscono con Esposito e il rigore di Simonetti (7-3) ma poi non riescono a dare seguito alla rimonta. Gli ultimi due gol che riportano Quinto a +6 arrivano nell’ultimo minuto e mezzo per mano di Turbati e Bianchi.

SF 4

NC CIVITAVECCHIA – SPAZIO RN CAMOGLI 12-10 dtr (7-7) (serie 2-1)

NC CIVITAVECCHIA: Visciola G., Muneroni M., Iula M., Chiarelli M., Zanetic I. 2 (1 rig.), Calcaterra E., Muneroni G., Quaglio A., Romiti D. 3, Castello A. 2, Checchini L., Muneroni A., Pagliarini G.. All. M. Pagliarini
SPAZIO RN CAMOGLI: Gardella L., Celli J., Iaci A. 3 (1 rig.), Antonucci M., Federici G., Gatti N., Guenna J., Solari N. 1, Cocchiere G., Pino M., Licata F., Cuneo A. 2, Caliogna E. 1. All. R. Ginocchio
Arbitri: Del Bosco e Lo Dico
Note: parziali 3-1, 1-2, 1-3, 2-1. Uscito per limite di falli Cocchiere (Camogli) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Civitavecchia 2/15 un rigore e Camogli 6/10 un rigore. Espulso dalla panchina il dirigente accompagnatore del Civitavecchia Feoli per proteste nel quarto tempo. 7-7 dopo i tempi regolamentari. RIGORI: A. Castello (Ci) gol, Federici (Ca) parato, Checchini (Ci) gol, Iaci (Ca) gol, Romiti (Ci) gol, Cuneo (Ca) gol, G. Muneroni (Ci) gol, Antonucci (Ca) gol, Zanetic (Ci) gol. Espulso G. Muneroni (Civitacecchia) per comportamento antisportivo nei confronti del portiere avversario dopo aver tirato il rigore. Spettatori 500 circa

Commento. C’è stato bisogno dei rigori per decidere il confronto tra Civitavecchia e Camogli. Gara 3 allo stadio del nuoto di Civitavecchia si è conclusa sul 7-7 dopo quattro tempi e 12-10 dopo i tiri dai cinque metri; decisivi la parata di Visciola sul primo tiro della serie del Camogli affidato a Federici e i cinque centri consecutivi del Civitavecchia, l’ultimo di Zanetic. La squadra di Marco Pagliarini avrebbe potuto chiudere prima la partita (solo 2/15 in superiorità numerica) dopo essere stata avanti 3-1 e 4-3, ma nella fase finale anche gli ospiti di Ginocchio hanno avuto l’occasione per vincere (avanti di un gol a fine terzo periodo e ad 1’31” dalla sirena) e, invece, sono stati raggiunti sul 7-7 da Zanetic su rigore a poco più di un minuto dalla conclusione dei tempi regolamentari.

Le Finali sono in programma sabato 18, mercoledì 22 ed eventuale gara 3 sabato 25 giugno:

Vincente SF 1 QUINTO – Vincente SF 4 NC CIVITAVECCHIA
Vincente SF 2 TORINO 81 – Vincente SF 3 ROMA NUOTO

La prima e la terza gara in casa della squadra meglio classificata al termine della regular season

FINALI PLAY OUT

Gara 3– sabato 11 giugno

PROMOGEST-ALBARO NERVI 8-4 (serie 2-1) Nervi retrocede in B

PROMOGEST: Bartolucci Donati, Reale, Guidi, Lai , Curgiolu, Baldinelli 1, Pagliara, Vuleta 2, Namar 1, Calli 2, Gaffuri 1, Fois 1, Deidda S. All. Pettinau
ALBARO NERVI: Vio, Priolo 1, Moncagatta, Damonte 1, Vallarino 1, Giusti, Tortora, Loomis, Fongi, Vezil, Caliogna A. 1, Briganti . All. Dorigo
Arbitri: Bianchi e Navarra
Note: parziali 1-2, 1-1, 3-1, 3-0. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Promogest 3/8 e Albaro Nervi 1/7. Spettatori 300 circa

Commento. La Promogest batte 8-4 l’Albaro Nervi, conquistando la permanenza in serie A2. Il primo strappo è degli ospiti che vanno 3-1 con il gol di Caliogna a 6’51” del secondo tempo. Namar realizza il 3-2 con cui le squadre arrivano all’intervallo lungo. Nel terzo tempo i padroni di casa si portano sul 3-3 con Baldinelli; Damonte fa 4-3 per i liguri ma i sardi accelerano e con le reti di Gaffuri e Vuleti chiudono avanti 5-4 la frazione. I ragazzi di Dorigo si spengono nell’ultimo quarto e i “bianchi” producono il break “salvezza”. La formazione di Pettinau supera Vio tre volte consecutive con Vuleta e doppietta di Calli per l’8-4 che manda in paradiso la Promogest e in serie B l’Albaro.

CLUB WASKEN BOYS – ROMA ARVALIA 2007 10-14 (serie 1-2) Wasken Boys retrocede in B

CLUB WASKEN BOYS: Ruggieri P., Pellegri, Marchi, Legrenzi F. 3 (1 rig.), Pederzoli F. 3, Zucchelli D., Tortelli G. 1, Damonte M. 1, Boccali C. 1, Manfredi A. 1, Turelli S., Manzone M., Regonesi M. All. Crimi
ROMA 2007 ARVALIA: Rossi E., Tafuro A. 1, Piccinini C. 2, Tulli A. 2, Lusic D. 3, Re F., Di Santo A., Cardoni G. 1 (1 rig.), Sacco L. 3, Sebastiani D., Spiezio V., Martella E. 2, Gazzarini C. All. Bevilacqua
Arbitri: Rovida e Savarese
Note: parziali 3-4, 1-3, 2-4, 4-3. Usciti per limite di falli Re e Sebastiani (A) nel quarto tempo. Espulsi Damonte (W) nel secondo tempo, Martella (A) nel terzo tempo e Pederzoli (W) nel quarto tempo per proteste. Superiorità numeriche: Wasken Boys 4/18 + un rigore, Arvalia 2/13 + 2 rigori, uno dei quali fallito (parato da P. Ruggieri) da Tafuro nel secondo tempo. Spettatori 200 circa

Commento. Scivola malinconicamente in serie B la Wasken Boys, sconfitta nuovamente in casa dall’Arvalia, dopo che aveva compiuto l’impresa di andare a vincere mercoledì scorso al Foro Italico di Roma. La gara ha visto gli ospiti farla da padroni sin dalle battute iniziali (3-0) e poi controllare con autorevolezza i tentativi di tornare in partita dei lombardi, dimostratisi anche abbastanza nervosi. Determinante la doppietta di Piccinini nel terzo tempo che portava a +5 la propria squadra. Il divario rimaneva pressochè inalterato fino al termine, nonostante i tentetivi di Pederzoli e Legrenzi (tre reti ciascuno durante l’ncontro) di scuotere i propri compagni. Il rigore finale di Cardoni dava la meritata vittoria ai ragazzi di Bevilacqua che hanno avuto il merito di esprimersi con la dovuta determinazione e concentrazione nella gara decisiva.

LASCIA UN COMMENTO