Palazzo Spinola e Casa Valéry, due antiche cucine genovesi

0
CONDIVIDI
La cucina di Casa Valéry
La cucina di Casa Valéry
La cucina di Casa Valéry

GENOVA. 16 APR. Appuntamento da non perdere quello odierno a Genova con Palazzo Spinola di Pellicceria e Casa Valéry.

Attraverso i magnifici spazi di Palazzo Spinola di Pellicceria, testimonianza unica del modo di abitare e concepire gli spazi di rappresentanza dell’epoca sei-settecentesca, arriveremo al nuovo allestimento della straordinaria cucina ottocentesca.

Qui attraverso antiche ricette si è ricostruito l’utilizzo di utensili di cui si era persa la memoria.

 

Una breve passeggiata ci porterà a Salita San Francesco, in un grande edificio ottocentesco  ostruito su resti del convento della gotica chiesa di San Francesco di Castelletto.

Accederemo al magnifico appartamento privato, dove il giovane Paul Valéry, ospite degli zii Cabella, nel 1892 visse l’esperienza della tempestosa “nuit de Gênes.

Casa Valéry  conserva ancora intatte le decorazioni, gli stucchi e le boiseries ottocentesche. L’eccezionale visita di questi spazi privati finirà nella cucina.

L’appuntamento è nell’ atrio di Palazzo Spinola di Pellicceria, Piazza Pellicceria.

Contributo per gli ingressi a Palazzo Spinola di Pellicceria e a Casa Valéry e per le visite guidate  € 18.00, comprensivo di quota associativa.

La visita è a numero chiuso: minimo 15, massimo 20 persone.

Prenotazione obbligatoria per [email protected] al 3881125822, anche con sms.

Casa Valéry: https://www.facebook.com/casavalery/

LASCIA UN COMMENTO