Paita parla dei ballotaggi, ma non su ‘ndrangheta, Boitano e Mondello

1
CONDIVIDI
La capogruppo regionale del Pd Raffaella Paita
La capogruppo regionale del Pd Raffaella Paita
La capogruppo regionale del Pd Raffaella Paita

GENOVA. 20 GIU. “C’è un fronte anti-Pd che somma opposizioni diverse e spesso in assenza di un progetto alternativo a noi, che ha come unico scopo bloccare il Paese e fermare il cambiamento in atto”.

Lo ha dichiarato la capogruppo regionale del Pd Raffaella Paita, che oggi ha commentato la sconfitta al ballottaggio di Savona, evitando di parlare sul terremoto politico di Lavagna, in cui sono rimasti coinvolti l’ex deputata Udc Gabriella Mondello e l’ex assessore regionale della giunta Burlando, Giovanni Boitano (Liguri con Paita).

“A Savona evidentemente queste forze della conservazione si sono ricompattate – ha aggiunto Paita – ribaltando il risultato del primo turno e favorendo la vittoria della Caprioglio, a cui comunque voglio fare i complimenti e gli auguri di buon lavoro. E’ indubbio però che i grillini l’abbiano votata. Non si spiegherebbe altrimenti il recupero del gap sul primo turno e l’avanzata di 4400 voti complessivi. Il Pd ha pagato la stanchezza di tanti anni di governo della città e una crisi economica violentissima che è ricaduta tutta sulle nostre spalle. Non è certo stata colpa di Cristina Battaglia se abbiamo perso. Lei era la migliore candidata che potessimo mettere in campo. Ce l’ha messa tutta e ha fatto un gran lavoro. A Cristina mando un grande abbraccio.

 

Questa destra è oggi molto più in grado di garantire equilibri di conservazione di blocchi di potere e rendite di posizione che si oppongono alla trasformazione.

Dobbiamo quindi aprire una riflessione molto seria su come strutturare la nostra iniziativa politica nel ruolo di opposizione. Ma guai a un ritorno indietro. Perché rifugiarsi in antichi modelli, anche di alleanza, non servirebbe a nulla. L’unica possibilità è continuare nella sfida al cambiamento e rinnovare l’Italia, anche in vista del referendum, che a questo punto diventa decisivo per il futuro del Paese”.

 

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO