Pagelle Genoa-Toro: Rigoni e Cerci decisivi, De Maio in difficoltà

0
CONDIVIDI
Alessio Cerci
Alessio Cerci
Alessio Cerci

GENOVA 13 MAR. Il Genoa completa la remuntada e vince 3-2 contro il Torino in una sfida importante per ipotecare la salvezza.

Una prestazione con qualità e quantità di tutta la squadra davanti ad uno stadio caloroso. Ecco di seguito le pagelle rossobl targate LN.

PERIN: 6 Non può nulla sui gol. Per il resto ordinaria amministrazione e qualche buona uscita.
DE MAIO: 5,5 Non dà sicurezza al reparto e quando Immobile affonda dalla sua parte sono veri e propri dolori.
BURDISSO: 6 Nel primo quarto d’ora è in bambola come tutto il reparto. Poi riprende tranquillità e la infonde ai compagni.
IZZO 6,5: Stesso discorso di Burdisso. Solo che ha il merito di impostare e conquistare anche il secondo rigore.
ANSALDI: 7 Un gigante. Copre e spinge e i suoi cross sono sempre pericolosi. Si conquista il rigore della riscossa.
DZEMAILI: 6,5 Inizio pessimo ma si riprende. Mette ordine a centrocampo e non si tira mai indietro.
RINCON: 6 Meno presente del solito nel primo tempo. Poi quando si accende la garra il venezuelano si fa trovare pronto.
LAXALT: 6 Sostituito nel primo tempo. Non è il solito. Tanta corsa a vuoto e Gasperini infatti lo cambia.
GABRIEL SILVA: 6,5 Ordinato il brasiliano che svolge il suo compitino e cresce con i minuti
CERCI: 7 Non ha ancora i minuti nelle gambe ma è devastante quando si accende. Ha il merito di trasformare due rigori pesantissimi.
PANDEV: 6,5 Corsa, sacreficio, sponde e qualche tentativo: il macedone sta tornando quello visto in Italia.
RIGONI: 7 The man of the match. L’ex Palermo ci prende gusto e regala altri tre punti con un inserimento dei suoi in area.
TACHTSIDIS: sv
SUSO: 6,5 Come accarezza lui il pallone non lo fa nessuno. Sforna da punizione l’assist per Rigone e mostra ancora una volta la sua qualità.

 

GASPERINI: 7 Ipoteca la salvezza per il suo Genoa. Comanda i suoi con fare autoritario e li conduce con mozze azzecate ad un successo preziosissimo.

fc

LASCIA UN COMMENTO