Paganini, Flauto e pianoforte per l’ultimo concerto dei docenti

0
CONDIVIDI
Marco Vicenzi
Marco Vicenzi
Marco Vicenzi
Al Paganini Mara Luzzato
Al Paganini Mara Luzzato

GENOVA. 10 DIC. Saranno la Sonata in Sol maggiore K 301 di Mozart, la Serenata in Re maggiore op. 41 di Beethoven e la Sonata in La minore D 821 “Arpeggione” di Schubert a concludere sabato 12 dicembre alle ore 17,00 nella Sala dei Concerti del Conservatorio  “N. Paganini” la stagione musicale che ha visto protagonisti i docenti dell’istituto. Ad eseguire questi brani importanti sono Mara Luzzatto al flauto e Marco Vicenzi al pianoforte.

Dopo essersi diplomata a diciassette anni presso il Conservatorio di Genova, Mara Luzzatto si è perfezionata con Gastone Tassinari ed Aurèle Nicolet. Secondo Premio al Concorso Internazionale di Stresa nel 1979, prima classificata al Concorso per primo flauto dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo nel 1980, nel 1981 ha vinto il Primo Premio assoluto al Concorso Nazionale per duo di Corsico. Ha effettuato registrazioni per la RAI e suonato come solista con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo e l’Orchestra d’archi “I Cameristi”, oltre che sotto la direzione di Ettore Gracis, Hermann Michael e Donato Renzetti. La sua trascrizione per flauto dei 24 Capricci op.1 di Niccolò Paganini, (pubblicata da Curci nel 1983 e presentata a Parigi e a Venezia nell’ambito dei corsi di perfezionamento tenuti da Aurèle Nicolet e Renate Greiss), ha dato l’avvio alla riscoperta dell’opera paganiniana nel repertorio flautistico. È titolare di flauto presso il Conservatorio di Genova.

Genovese, Marco Vincenzi si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio della sua città, vincendo il premio per il miglior diploma dell’anno. In seguito ha studiato con Maria Tipo al Conservatorio Superiore di Ginevra, ottenendo il Prix de Virtuosité nel 1986; nello stesso anno si è diplomato in composizione e laureato in lettere moderne con il massimo dei voti e la lode. Distintosi in numerosi Concorsi, ha vinto quelli Internazionali di Stresa e della Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo. Svolge attività nei principali centri italiani e all’esterno. Molto attivo in ambito cameristico, collabora da anni con la moglie Mara Luzzatto, Cristiano Rossi, il Nuovo Quartetto Italiano, il Quartetto Foné e altre formazioni di rilievo. I suoi otto CD monografici, tutti editi dalla Dynamic, sono stati recensiti molto favorevolmente dalle più importanti riviste europee e americane. È titolare di pianoforte principale presso il Conservatorio di Genova, direttore del Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni di Empoli e direttore artistico del Concorso pianistico internazionale “Arcangelo Speranza” di Taranto.

 

Il concerto è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO