Ozono, sporadici sforamenti a Pegli e in corso Europa

0
CONDIVIDI
Ozono, sporadici superamenti a Pegli e in corso Europa

GENOVA. 29 SET. Il permanere del clima estivo ha favorito anche ieri, mercoledì 28 settembre, l’inquinamento da ozono nella Città metropolitana di Genova.

L’agente inquinante, secondo i dati registrati dalle centraline di rilevamento dell’inquinamento collocate sia nel capoluogo che sul resto del territorio metropolitano, ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3, seppur di poco, sia sulle alture di Pegli sia in corso Europa, a Genova Quarto.

Nel quartiere del Ponente genovese il limite di legge è stato superato solo per un’ora, dalle 15 alle 16, con un valore rilevato di 187 µg/m3 fra le 16 e le 17, mentre in corso Europa i ‘superi’ sono stati due, fra le 15 e le 17, con picco nella seconda ora sempre a 187 µg/m3.

 

Valori appena sotto la soglia anche nelle postazioni dell’Acquasola e di corso Firenze.

Il consiglio è quello di evitare esposizioni prolungate all’aria aperta ai gruppi di popolazione particolarmente sensibili (bambini, anziani e soggetti con problemi respiratori).

Tutti nei limiti di legge, invece, sono risultati i valori di ozono rilevati dalle altre centraline collocate sul territorio metropolitano, così come le concentrazioni in atmosfera degli altri agenti inquinanti monitorati: monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare prevede per oggi, giovedì 29 settembre, condizioni sfavorevoli al ristagno di inquinanti nei bassi strati atmosferici.

LASCIA UN COMMENTO