Outdoor Fest: Varazze a 360° con Genny

0
CONDIVIDI
l'evento Varazze Outdoor Fest
l'evento Varazze Outdoor Fest
l’evento Varazze Outdoor Fest

SAVONA. 15 SET. Tre giorni all’insegna dello sport, del turismo e del territorio: è il Varazze Outdoor Fest, l’evento promosso dall’associazione di Promozione Sociale Vaze Free Time, che dal 18 al 20 settembre animerà Varazze, facendola diventare capitale degli sport all’aria aperta.
L’evento sarà caratterizzato da una tre giorni di molteplici attività sportive che coinvolgeranno mare, area urbana e montagna. In occasione dell’evento, sarà possibile conoscere da vicino Genny, il dispositivo per la mobilità alternativa delle persone con disabilità, che sarà presente con staff e stand dedicato e prenotare un test drive per seguire tutte le attività della 3 giorni, scoprire tutta la sua versatilità su questi tipi di terreno e verificare di persona i vantaggi fisici e di accessibilità.
“La spiaggia e la montagna sono terreni non accessibili a un disabile che si muove su una comune sedia a rotelle, che spesso incontra difficoltà anche sul terreno urbano. Per questo abbiamo deciso di essere presenti qui a Varazze -spiegano gli ideatori – tutti gli eventi sportivi previsti si svolgeranno infatti tra mare e montagna, tipologie di terreno che grazie a Genny, nella versione XRoad, diventano realmente accessibili, in autonomia, anche a una persona con disabilità. Con Genny puoi non avere davvero più limiti, immaginare un luogo e raggiungerlo”, ci racconta Paolo Badano, savonese doc nonché inventore del dispositivo.
Genny è la prima APW (Active Power Wheelchair) al mondo: un dispositivo altamente tecnologico che “converte” l’utilizzatore a leva di comando. Genny assicura libertà di movimento grazie a un sistema di stabilizzazione basato su una rete di sensori elettrici: a differenza dell’uso della tradizionale sedia a rotelle, le braccia e le mani di chi utilizza Genny sono libere, permettendo ai suoi utilizzatori gesti semplici ed essenziali: passeggiare con qualcuno mano nella mano, portare a spasso il cane, mangiare un gelato in movimento. Genny reagisce e si muove al movimento del busto seguendo lo stesso principio autobilanciante del Segway.
Tra le moltissime iniziative durante i tre giorni di manifestazione, un’altra iniziativa speciale dedicata alle persone disabili sarà la sessione di Mototerapia col team “Daboot” di Vanni Oddera,  noto Freestyler che promuove spettacoli durante i quali i disabili possono prima essere spettatori privilegiati delle evoluzioni dei campioni, e poi vivere in prima persona le emozioni e l’adrenalina del freestyle.
Genny™ nasce da un’intuizione di Paolo Badano, imprenditore savonese che da oltre vent’anni si trova a convivere con la sua sedia a rotelle a causa di un banale incidente stradale. A seguito dell’avvenimento, Paolo cerca negli anni di migliorare la propria mobilità quotidiana, senza però trovare nulla che lo facesse uscire dai tradizionali schemi. Solo nel 2009 la sua attenzione viene rapita dal Segway pt, mezzo auto-bilanciante dotato di due sole ruote, ideato da Dean Kamen e prodotto da Segway Inc. L’idea è di adattare la tecnologia Segway su una sedia per disabili: nasce così Genny™, il primo ambizioso progetto che aveva come obbligo primario quello di garantire la sicurezza dell’utilizzatore.La scelta di avvalersi della tecnologia Segway e dell’esperienza di progettisti di fama mondiale nel mondo della robotica ha portato il progetto ad un indiscusso successo: la prima sedia al mondo auto-bilanciante su due ruote. La sua tecnologia d’avanguardia rompe gli schemi abbattendo qualsiasi barriera, architettonica e psicologica. Oggi Genny Mobility SA, grazie alla collaborazione ufficiale in partnership con Segway Inc, è un’azienda in forte crescita e con un ambizioso obiettivo: introdurre per le persone disabili una nuova frontiera di integrazione. Genny Mobility è presente in Italia attraverso i tre Genny Point di Milano, Roma e Savona.

LASCIA UN COMMENTO