Ordinanza movida, in 3 mesi 70 sanzioni nei caruggi e 80 a Sampierdarena

0
CONDIVIDI
L'assessora comunale alla Legalità Elena Fiorini
L'assessore Elena Fiorini con il comandante del Corpo di polizia municipale Giacomo Tinella
L’assessore Elena Fiorini con il comandante del Corpo di polizia municipale Giacomo Tinella

GENOVA. 12 AGO. Ordinanza movida: sono quasi mille i controlli effettuati dagli agenti della Polizia Municipale genovese negli ultimi tre mesi sul rispetto del regolamento di convivenza e le ordinanze del sindaco sulla limitazione della vendita di alcolici a Sampierdarena e nel Centro storico.

Nel complesso sono state erogate, per le sole violazioni delle ordinanze, circa 70 sanzioni in Centro storico e circa 80 a Sampierdarena. A Sampierdarena sono stati sanzionati 14 minimarket, 9 circoli, 1 artigiano alimentare e 9 bar; per quanto riguarda il Centro storico, le sanzioni hanno riguardato 26 minimarket, 1 circolo, 3 artigiani alimentari, 13 bar e un distributore automatico (per vendita lattine dopo le ore 22).

Dall’inizio dei controlli pianificati, inoltre, 28 esercizi sono stati sanzionati per accessibilità delle bevande alcoliche dopo le ore 24; quattro, invece, per la promozione della vendita di bevande alcoliche che associa un minor prezzo a fronte di un maggiore consumo.

 

La Polizia Municipale sta notificando in questi giorni le prime tre ordinanze di sospensione dell’attività di somministrazione emesse dalla Direzione Commercio in applicazione del regolamento sulla convivenza e delle conseguenti ordinanze specifiche emanate. I provvedimenti in notifica prevedono cinque giorni di sospensione dell’attività. Nell’ipotesi di nuove violazioni, gli esercizi interessati saranno soggetti alla revoca del titolo autorizzativo.

Sempre in questi giorni sono stati notificati ai titolari altri quattro avvii del procedimento di sospensione, previsti dalla legge per consentire di presentare le proprie difese.

 

LASCIA UN COMMENTO