Ordinanza di sgombero per la sede dei No Borders a Ventimiglia

0
CONDIVIDI
Ordinanza di sgombero per la sede dei No Borders a Ventimiglia
Ordinanza di sgombero per la sede dei No Borders a Ventimiglia
Ordinanza di sgombero per la sede dei No Borders a Ventimiglia

IMPERIA. 11 AGO. Oggi, nel tardo pomeriggio, la sede dell’associazione Freespot di Camporosso del collettivo No Borders è stata raggiunta da un’ordinanza di sgombero entro 48 ore, in un’operazione scattata in seguito ad un’ordinanza del sindaco Davide Gibelli emessa per motivi igienico sanitari.

Dopo un recente sopralluogo, sembra che l’alloggio, posto in uno scantinato, fosse in precarie condizioni igieniche.

L’appartamento, inoltre, regolarmente preso in affitto da un privato, era frequentato da una quindicina di persone che probabilmente vi dormivano.

 

La stessa sede era stata oggetto di perquisizioni sabato scorso alla vigilia della manifestazione dei No Border.

I componenti del collettivo sono stati anche ‘invitati’ a smantellare il campo organizzato a Ciaixe di Camporosso; in caso contrario il sindaco si è detto pronto ad emettere una nuova ordinanza.

E proprio i No Borders in una nota scrivono: “Una prima perquisizione aveva già avuto esito negativo, obbligando evidentemente le istituzioni a rimodulare l’entità delle accuse: due giorni fa cercavano armi, oggi si accontentano di materassi e lenzuola.
In pochi mesi è la seconda volta che l’associazione viene sfrattata da locali regolarmente affittati in maniera pretestuosa e infondata; questo non è che l’ennesimo tentativo di criminalizzare ogni atto di solidarietà e ogni presa di parola pubblica in favore della libertà di movimento e a supporto di chi viaggia.
Le continue intimidazioni di comune, questura e prefettura non fermeranno le reti di solidarietà costruitesi in questo primo anno di chiusura del confine”.

LASCIA UN COMMENTO