Ora legale, questa notte alle 2 lancette avanti di un’ora

0
CONDIVIDI
Questa notte arriva l' ora legale: lancette avanti di un'ora alle due
Questa notte arriva l' ora legale: lancette avanti di un'ora alle due
Questa notte arriva l’ ora legale: lancette avanti di un’ora alle due

ROMA. 26 MAR. Questa notte, tra sabato 26 e domenica 27 marzo, nella giornata di Pasqua, torna l’ ora legale che resterà in vigore per sette mesi fino alla notte fra sabato 29 ottobre 2016 e domenica 30 ottobre 2016

Alle due del mattino di domenica 27 marzo, con l’ ora legale, scatterà infatti lo spostamento delle lancette degli orologi, che dovranno essere regolati un’ora avanti.

Si dormirà 60 minuti in meno, con un risparmio energetico per l’Italia di circa 92,6 milioni di euro. Il tutto permetterà un risparmio di consumi di energia elettrica pari a 556,7 milioni di kilowattora. In termini di costi, secondo la stima di Terna il risparmio per il 2014 sarà di circa 92,6 milioni di euro.

 

Ciò è dovuto al fatto che Aprile ha giornate più “corte” in termini di luce naturale, rispetto ai mesi dell’intero periodo.

Gli esperti consigliano alcuni accorgimenti per risentire meno possibile del cambio d’orario.

  • Per quanto riguarda sabato: cercare di anticipare i pasti di un’ora, spostare gli orologi in avanti per evitare spiacevoli inconvenienti e non andare a dormire troppo tardi.
  • Per domenica: cercare di svegliarsi presto e non più tardi delle nove; fare una bella passeggiata al sole, che è il principale regolatore degli orologi biologici interni; poi nel pomeriggio dopo le quattro evitare di esporsi al sole.

L’ ora legale può avere effetti negativi anche sulla postura e aggravare i sintomi da mal di schiena. Il prof. Alessandro Napoli, docente all’Università di Roma La Sapienza e premiato ad Harvard, spiega questo rapporto poco conosciuto.

Se si soffre di mal di schiena, la mancanza di sonno tenderà ad aggravare i sintomi per diversi motivi. Mentre dormiamo, infatti, avviene gran parte della riparazione dei tessuti. Inoltre, la mancanza di sonno provoca squilibri chimici a livello cerebrale e si abbassa la soglia di sopportazione del dolore. Le persone che non dormono abbastanza soffrono più di dolore cronico.

Dormendo di meno avviene l’affaticamento dei muscoli della schiena che influenza negativamente la colonna vertebrale con conseguente cattiva postura. Quando la colonna vertebrale non è in allineamento corretto, i muscoli, i dischi e le articolazioni della colonna vertebrale sono sottoposte a maggior stress. I muscoli di una schiena affaticata sono più facilmente contratti. (nella foto: lancette avanti di un’ora: arriva l’ ora legale).

E per prevenire il mal di schiena ci sono alcuni piccoli accorgimenti:

  • Alimentazione ricca di antiossidanti: ad esempio in questo periodo favorire gli estratti a base di finocchio e carote, l’uso di prodotti freschi come gli asparagi (meglio se selvatici), il carciofo e limitare il più possibile gli zuccheri raffinati e l’alcool.
  • Attività Fisica: Una buona e costante tonicità muscolare è il rimedio migliore per prevenire disturbi cronici della zona lombare; non importa la tipologia di attività importa la costanza ed un carico di lavoro gentile specie all’inizio. Chiaramente nella fase di dolore acuto è necessario ripristinare una condizione di assenza di dolore (ad esempio con tecniche come la radiofrequenza pulsata) per poi mantenere lo stato di benessere con della ginnastica posturale; contemporaneamente alla correzione posturale è possibile e consigliato riprendere l’attività fisica.

Internet: https://it.wikipedia.org/wiki/Ora_legale

LASCIA UN COMMENTO