Ophelia Naked questa sera alla falegnameria della Tosse

0
CONDIVIDI
Ophelia Naked ritorna a Genova questa sera, giovedì 27 agosto alle ore 21,00 presso la Falegnameria del Teatro della Tosse
Ophelia Naked ritorna a Genova questa sera, giovedì 27 agosto alle ore 21,00 presso la Falegnameria del Teatro della Tosse
Ophelia Naked ritorna a Genova questa sera, alle ore 21,00, presso la Falegnameria del Teatro della Tosse

GENOVA. 27 AGO. Dopo Berlino, Szeged, Trieste, Como… Ophelia Naked ritorna a Genova questa sera, giovedì 27 agosto alle ore 21,00 presso la Falegnameria del Teatro della Tosse in vico Amandorla 3.

Si tratta di una prova aperta, con ingresso libero e prenotazione obbligatoria, con Alessia Pellegrino diretta da Paolo Antonio Simioni, ed è una produzione del Centro di ricerca internazionale EuAct.

Ophelia naked è il frutto di un intenso lavoro teatrale, sviluppatosi nel solco della tradizione di Stanislavsky, ma proiettato verso una nuova concezione dell’arte del video-teatro: una nuova metodologia attoriale, messa a punto e diffusa dallo stesso direttore dello spettacolo, Paolo Antonio Simioni.

 

Simoni è un acting coach, attore e regista italiano. Allievo di Susan Batson.

Ha lavorato con Tom Hanks, Ron Howard, Diarmuid Lawrence, Terence Hill, Sergio Castellitto, Felicity Jones, Dorka Gryllus, Lena Lessing, Omero Antonutti, Gabriele Vacis, Lucrezia De Domizio Durini.

Al centro della scena, nel ruolo di Ophelia, Alessandra Pellegrino, attrice con maggior esperienza nel metodo di recitazione messo a punto da Simioni. Lavorando insieme per tre anni, hanno introdotto il loro lavoro metodologico e performativo a Cinecittà, L’Anno Culturale Ungheria-Italia 2013, all’Accademia d’Ungheria a Roma, all’Istituto Italiano di Budapest, al Teatro Sociale di Como e al Teatro la Fenice di Venezia.

“Ophelia, colei che il fiume non ha trattenuto… Ophelia aspetta la catastrofe… rinascendo ancora, lei viola le leggi del Dio di questo mondo… lei porta da sola il peso della prostituzione al fine di liberare le donne morte, e divulgare la conoscenza di quanto hanno sofferto… Ophelia nuda affonda senza pronunciare il suo nome… lei sperimenta la morte per annegamento, a causa di Hamlet, e ore lei aspetta per un altro Hamlet, il non-distruttore… Ophelia è Hamlet, e questo la rende pazza… impazzita, in attesa… e annuncia il ritorno dello Straniero, dalla cima del vortice…”

FRANCESCA CAMPONERO
Info e prenotazioni: [email protected]

LASCIA UN COMMENTO