Home Cronaca Cronaca La Spezia

OPERAZIONE DEI CARABINIERI “LEONEL”. 50 LE PERSONE COINVOLTE

0
CONDIVIDI

operazione carabinieriLA SPEZIA. 28 NOV. Dalle prime ore di questa mattina a La Spezia, nelle province di Milano, Pistoia ed in altre 7 province italiane, i Carabinieri di questo Comando Provinciale, coadiuvati da militari dell’Arma territorialmente competente, hanno dato esecuzione all’Ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Firenze, su richiesta di quella Procura Distrettuale Antimafia, nei confronti di cittadini latino-americani e italiani ritenuti responsabili del reato di “associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti” e, a vario titolo, di aver acquistato, venduto o comunque ceduto illecitamente quantitativi di cocaina, con l’aggravante del carattere transnazionale della condotta criminale svolta.

La medesima operazione è in corso anche in Spagna, ove la Guardia Civil e la Polizia Nazionale spagnola, su richiesta dell’INTERPOL, sta dando esecuzione a Mandati di Arresto Europeo emessi dallo stesso G.I.P.

L’indagine, codificata “LEONEL” (dal nome del personaggio di maggiore spicco dell’organizzazione criminale), è stata sviluppata a partire dalla fine del 2009, dal Nucleo Investigativo di questo Comando Provinciale, e coordinata nella fase iniziale dalla Procura della Repubblica di La Spezia, nei confronti di cittadini latino-americani, per lo più dominicani, ed italiani facenti capo ad un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di cocaina, con base a Montecatini Terme, e ramificazioni operative in diverse aree del centro-Nord Italia, che poteva contare, altresì, su una “cellula” di supporto logistico in Spagna.


La droga veniva approvvigionata in centro America, stoccata nel porto di Vigo, in Spagna e dalla penisola iberica, tramite “corrieri”, giungeva in Italia. Sulla scorta delle direttive impartite dal “gruppo dirigente” della Valdinievole, la droga veniva smerciata al dettaglio sul nostro territorio nazionale da una collaudata rete distributiva. La principale “piazza” era Milano ed il suo hinterland.

Nel corso dell’indagine sono già state arrestate in flagranza 15 persone e sequestrati 5 kg di cocaina, con un alto indice di purezza.

In oltre 2 anni di indagini, complessivamente sono state documentate 20 importazioni di cocaina dalla Spagna e più di cento cessioni al dettaglio di droga, per un giro di affari che ha fruttato all’organizzazione circa 3 milioni di euro.

L’11 maggio 2011 è stata impedita l’illecita l’esportazione, attraverso la frontiera aerea di Milano Malpensa, della somma contante di 1.122.850,00 Euro, provento dell’illecita attività di spaccio che l’organizzazione avrebbe voluto reinvestire, acquistando ulteriori ed ingenti quantitativi di cocaina, nel Paese d’origine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here