Home Cronaca Cronaca Imperia

Operazione anti ‘ndrangheta a Ventimiglia: un arresto e sequestro di coca

0
CONDIVIDI
Operazione anti ‘ndrangheta a Ventimiglia: un arresto e sequestro di coca

La Polizia di Stato, nell’ambito dell’operazione “CUMPS – Banco Nuovo”, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria e condotta nei confronti di un’organizzazione di ‘ndrangheta operante nel versante jonico della provincia reggina ed in altri parti del territorio italiano – ha arrestato a Ventimiglia, Giuseppe Gallo, nato a Reggio Calabria l’8 7 1984, trovato in possesso di più di mezzo chilo di cocaina.

L’operazione, condotta della Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria, dai Commissariati P.S. di Condofuri (e Bovalino e dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri e del Gruppo Carabinieri di Locri, ha svelato l’operatività di diverse articolazioni della ‘ndrangheta nei centri di Brancaleone, Africo e Bruzzano Zeffirio ed in particolare i nuovi assetti organizzativi ed i ruoli rivestiti dagli affiliati, all’indomani della “pace” raggiunta dalle cosche dopo la sanguinosa faida di Africo-Motticella, che aveva visto affermarsi i gruppi “Palamara-Scriva” e “Mollica-Morabito”; la riorganizzazione degli assetti della ‘ndrangheta sul territorio di Brancaleone ha dato origine ad un “Banco nuovo”, ovvero una nuova “locale” caratterizzata dalla spiccata tendenza degli affiliati a controllare i lavori e le opere pubbliche del comune.

Le indagini hanno portato, altresì, alla luce l’esistenza di una pericolosa cellula di ‘ndrangheta, di nuova generazione, definita “CUMPS”.


In tale contesto operativo, alle prime luci dell’alba, la Squadra Mobile della Questura di Imperia ha rintracciato Giuseppe Gallo nel suo domicilio presso Ventimiglia per eseguire, nei suoi confronti, l’ordinanza cautelare emessa dal G.I.P di Reggio Calabria, che disponeva il suo obbligo di soggiorno nel comune di Brancaleone.

L’accurata perquisizione effettuata nell’appartamento ha consentito di scoprire, abilmente occultata, una “mattonella” di cocaina, in pietra, del peso complessivo di 753 grammi mancante di una porzione, evidentemente già utilizzata per la vendita.

Sono stati inoltre rinvenuti bilancini di precisione e sostanza da taglio, tutti chiari segnali dell’attività di spaccio svolta dall’arrestato.

L’operazione odierna conferma quanto sia attuale l’interesse delle organizzazioni mafiose di matrice ‘ndranghetista per il territorio imperiese, in particolare per la città di Ventimiglia, anche in ragione della sua collocazione territoriale a ridosso del confine francese.

Il brillante risultato conseguito con l’individuazione e l’arresto del Gallo, in  un anonimo appartamento, nella città di confine, è il frutto, oltre che dell’efficace azione investigativa dei colleghi reggini coordinati da quella D.D.A., del capillare controllo del territorio e costante monitoraggio delle “presenze” di soggetti ritenuti di interesse investigativo da parte della Polizia di Stato, secondo le precise direttive del Questore di Imperia Cesare Capocasa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here