Omicidio Las Vegas a Campi, ecuadoriano condannato a 22 anni

20
CONDIVIDI
La discoteca Las Vegas di Campi a suo tempo presidiata dalla polizia
La discoteca Las Vegas di Campi a suo tempo presidiata dalla polizia
La discoteca Las Vegas di Campi a suo tempo presidiata dalla polizia

GENOVA. 15 GIU. La Corte d’assise di Genova ha condannato a 22 anni e 6 mesi Steven Ronald Guerrero Anchundia, l’ecuadoriano di 22 anni imputato per l’omicidio del connazionale Pablo Francisco Trivino ucciso con una coltellata fuori dalla discoteca Las Vegas di Campi, nel ponente genovese, durante una rissa.

L’ecuadoriano è stato condannato per omicidio volontario aggravato, tentato omicidio di un altro giovane, rissa e porto di un pugnale.

Un altro imputato, Jean Carlos Anchundia Parraga di 22 anni, è stato condannato a un anno e 4 mesi per favoreggiamento ed è stato assolto dalla rissa.

 

Il pm Giuseppe Longo aveva chiesto 22 anni per il primo ed un anno per il secondo.

I fatti risalgono al novembre 2014 quando un gruppo di giovani aveva iniziato a litigare all’interno del locale. Il litigio era poi degenerato all’esterno del locale trasformatosi in rissa e nell’accoltellamento.

20 COMMENTI

  1. Una domanda al Magistrato,se fosse possibile gradirei una risposta, ma in Italia esiste ancora ”ERGASTOLO”. Possibile che la vita umana possa valere 10 – 15 – 20 anni di galera con aggiunta di sconti di pena? Unica speranza la Giustizia Divina?

LASCIA UN COMMENTO