Omicidio Garlasco, pena confermata per Stasi

0
CONDIVIDI
Omicidio di Garlasco, pena confermata per Stasi
Omicidio di Garlasco, pena confermata per Stasi
Omicidio di Garlasco, pena confermata per Stasi

ROMA. 12 DIC. La Cassazione ha confermato la condanna a 16 anni per Alberto Stasi per l’omicidio della fidanzata Chiara Poggi a Garlasco.

Stasi si è costituito, accompagnato dalla madre, e ora si trova nel carcere di Bollate.

Si tratta di una condanna definitiva che chiude così una vicenda durata otto anni con la ragazza che fu trovata morta il 13 agosto 2007.

 

“Sono emozionata – ha commentato da Garlasco Rita Poggi non appena appresa la sentenza. Dopo le parole del procuratore eravamo un po’ pessimisti, ma giustizia è stata fatta. Forse questo sarà un Natale diverso, dopo questa sentenza proviamo sollievo. Non si può gioire per una condanna. Si è trattato di una tragedia che ha sconvolto due famiglie”.

“Non è una sentenza a metà”. Lo ha detto l’avvocato Gian Luigi Tizzoni, difensore della famiglia Poggi, commentando la condanna a 16 anni ad Alberto Stasi per il delitto di Garlasco:

“Non volevamo che fossero inflitti anni di carcere ma che fosse accertata la verità”, ha dichiarato l’avvocato Gian Luigi Tizzoni, legale della famiglia Poggi.

“E’ allucinante”. Ha così esordito l’avvocato Fabio Giarda, del collegio difensivo di Alberto Stasi. “Come si fa a mettere una persona in carcere – ha proseguito il legale – quando c’è una sentenza completamente illogica?” ed ancora: “E’ una pena che non sta né in cielo né in terra”.

LASCIA UN COMMENTO